Tibetani e attivisti all’Onu protestano contro Wen Jiabao, la faccia “buona” del regime

Chiedono la liberazione dei prigionieri politici e religiosi, in particolare due registi tibetani. La “bontà” di Wen Jiabao non riesce a nascondere le violenze e l’inaffidabilità del regime.

New York (AsiaNews) – Tibetani e attivisti per i diritti umani hanno cominciato una serie di proteste contro la Cina in occasione della visita all’Onu del premier Wen Jiabao, la prima dal massacro contro i tibetani nel marzo scorso.Vai all’articolo di AsiaNews

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.