Categoria: Tibet

Attivista condannato a cinque anni di prigione per aver difeso la lingua tibetana

La sentenza pronunciata oggi da una Corte del Qinghai. Tashi Wangchuk è stato arrestato nel 2016 per un video del New York Times in cui sosteneva il diritto dei tibetani a usare la loro lingua madre. Pechino continua a reprimere e marginare la cultura tibetana.

Divieto di insegnare per i monaci buddisti “erroneamente istruiti” in India

Una contea cinese ha vietato ai monaci tibetani, “erroneamente istruiti” in India, di insegnare il buddismo temendo che potessero diffondere contenuti “separatisti”.

14 maggio 1995: Gedun Choekyi Nyima, il monaco bambino nominato Panchen Lama, prima di scomparire [Video]

Quando si cerca di parlare di una religione di tradizione così complessa e profonda come quella del buddhismo tibetano, occorre sempre fare molta attenzione. Commettere imprecisioni o errori è molto facile. Se poi, accanto a questioni religiose, si innestano questioni politiche e diplomatiche come quelle dei rapporti fra Tibet e Cina, le probabilità di dire qualcosa di sbagliato si fa ancora più concreta. Perciò, occorre procedere con ordine.

TCHRD pubblica il rapporto annuale sui diritti umani in Tibet

Il Centro tibetano per i diritti umani e la democrazia (TCHRD) ha affermato che la Cina ha intensificato e rafforzato il suo programma di controllo nel Tibet, inviando migliaia di funzionari in comunità nomadi per tenere d’occhio i tibetani.

Firenze, la Cina chiama e la bandiera del Tibet scompare

Il consolato infastidito, la Mostra dell’Artigianato corre ai ripari ed evita l’incidente diplomatico.

Monaci buddisti arrestati per aver diffuso online notizie ritenute “illegali”

Due monaci tibetani sono stati arrestati dalle autorità cinesi per aver condiviso ciò che è stato considerato “contenuto illegale online”, nel monastero di Tsang a Ba Dzong, nella provincia del Qinghai.

Tibet: le autorità cinesi si sono appropriate con la forza della terra di contadini tibetani

Le autorità cinesi hanno confiscato ai contadini  le loro terre con la forza. L’esproprio forzato è avvenuto  nella contea di Toelung Dechen vicino alla capitale Lhasa nella regione autonoma tibetana (TAR) nel Tibet, con il pretesto di usare la terra per una piantagione di fiori di massa per il governo.