Tibet: cantante tibetano condannato a quattro anni per canzoni patriottiche

Un popolare cantante tibetano è stato condannato a quattro anni di carcere per aver cantato canzoni che invitano i tibetani a parlare la loro lingua e di stringere unità tra loro. Kalsang Yarphel, 39, è stato condannato da un tribunale di Chengdu, dove era tenuto da quando è stato arrestato nel Giugno dello scorso anno nella capitale del Tibet, Lhasa.

E’ stato incriminato per aver organizzato concerti e canzoni tibetane dal titolo “tibetani,’ ‘la Lama’ e altre canzoni che contengono temi politici.

Pema Rinzin, il produttore delle sue canzoni e altri due soci tibetani sono stati condannati dal tribunale, ma gli stessi nomi delle società collegate e le pene detentive di tre non sono stati resi noti.

La Cina ha imprigionato decine di scrittori tibetani, artisti, cantanti, insegnati per aver fatto valere i diritti nazionali e culturali dell’identità e della lingua tibetana dalle proteste diffuse del Tibet nel 2008.


Articolo correlato: Tibet: cantante tibetano arrestato per concerto “politico”
English article: Dossiertibet, Tibetan singer jailed four years for belting out patriotic songs, 30/11/2014

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.