Tibet : 3 P.M. ( ora locale ) – Da Mila, corrispondente di Dossier Tibet dai territori occupati

Amdo e Kham
In tutta la zona di Kardze da giorni ormai vige la legge marziale. Negozi e ristoranti chiusi, la popolazione invitata a rimanere in casa. Le autorità comuniste hanno comunicato che apriranno il fuoco su chiunque oserà manifestare.  Ma nonostante le minacce nei giorni scorsi un gruppo di monache, sfidando la legge marziale, ha cercato di distribuire dei volantini che inneggiavano all’indipendenza del Tibet.  Un monaco mi ha riferito che la polizia prima di fermarle ha esploso diversi colpi di arma da fuoco che hanno ferito due monache.  Dopo l’arresto sono state trasferite in una località sconosciuta.   Mi hanno anche informato che nella zona di Ngaba il 9 Agosto due giovani donne tibetane sono state uccise dalla polizia comunista.  Non ho altri dettagli circa l’accaduto.Sappiamo soltanto che da settimane nella zona stazionano migliaia di militari che intimidiscono la popolazione ed attuano controlli asfissianti su ogni attività e movimento dei tibetani.

Mila
corrispondente di Dossier Tibet dai territori occupati

Leggi Dossier Tibet

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.