Striscione “Tibet libero” innalzato a Pechino: arrestati quattro turisti stranieri

Intanto la torcia sfila per Pechino ma le autorità “consigliano” di guardarla in tv da casa, “per evitare problemi” in una città sempre meno libera. In carcere dal 2 agosto l’attivista per i diritti Xie Changfa. Rimane lo smog, mentre su Hong Kong si dirige una tempesta. – Arrestati quattro turisti che hanno esposto tra due pali della luce lo striscione: “One World, One Dream: Free Tibet”, “Un unico mondo, un solo sogno: Tibet libero” (nella foto) e “Tibet libero” in cinese. E intanto, mentre la torcia passa per la città, ai pechinesi è chiesto di “vederla dalla televisione” Leggi l’articolo su Asianews

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.