Shenzhen: scontri fra la folla e i poliziotti, decine i feriti

La causa è la morte di un motociclista durante un pattugliamento della stradale. I parenti accusano la polizia, che respinge ogni addebito. I manifestanti hanno lanciato petardi e sassi contro gli agenti, i quali hanno reagito caricando i rivoltosi. Ogni giorno la Cina è sconvolta da centinaia di rivolte sociali. È tornata la calma a Shenzhen (Guangdong), dopo i gravi scontri fra la folla e le forze dell’ordine di ieriì 7 novembre. All’origine delle violenze la morte di un motociclista, il quale non si sarebbe fermato all’alt intimatogli dagli agenti impegnati in una serie di pattugliamenti a Bao’An, il più popoloso dei sei distretti che compongono la città. Leggi l’articolo su AsiaNews

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.