REGIONE TOSCANA: aziende cinesi nel mirino della task force regionale. Venti irregolari scoperte in un mese nei controlli dell’Asl

Sono 29, solo 1 italiana e tutte le altre di proprietà cinese, le aziende sottoposte a controlli nel territorio della Asl 11 di Empoli nel mese di settembre, il primo di operatività del progetto “Lavoro sicuro” voluto e finanziato dalla Regione Toscana e che coinvolge anche enti locali, magistratura e forze dell’ordine e che ha prodotto 169 ispezioni nell’intera vasta area .

I dati relativi sono stati presentati questa mattina nell’ufficio del Procuratore della repubblica di Prato. I tecnici della prevenzione sono stati affiancati in due occasioni dalla Polizia municipale ed in 1 dai Carabinieri.

Le ispezioni hanno riguardato in 11 casi laboratori di confezioni, 10 pelletterie e in 8 casi altre attività.

In 13 casi si è trattato di imprese che occupano dai 4 ai 10 dipendenti, in 3 da 11 a 15 mentre le più piccole (da 1 a 3 addetti) sono state 11 e quella più grande ha da 16 a 20 dipendenti.

Soltanto 9 sono risultate completamente in regola, 4 avevano al loro interno dormitori abusivi, 3 cucine abusive, 13 impianti elettrici fatiscenti.

Il lavoro di verifica ha determinato non ha determinato né sequestri né chiusure ma 20 informative di reato e 23 fogli di prescrizioni.

In tutta l’area  sono state controllate 169 imprese, 23 sono risultate non più operative, 27 quelle in regola, 19 quelle sequestrate.

In tutte le altre sono state riscontrate molteplici carenze che hanno dato origine ad oltre 230 prescrizioni, a sanzioni amministrative e a segnalazioni all’autorità giudiziaria.

Il programma del progetto “Lavoro sicuro” prevede di controllare nei prossimi tre anni tutte le 7.700 aziende censite nella estesa zona presa in esame.

Dal mese di novembre il numero dei controlli sarà incrementato.

A Empoli si passerà da 8 aziende a settimana a 16,  i controlli saliranno a 90 settimanali anche grazie alle 74 assunzioni di nuovi tecnici della prevenzione che diventeranno tutti ufficiali di polizia giudiziaria.

Fonte: Regione Toscana,08/10/2014

Articoli correlati:

DIRITTI UMANI – Passa la risoluzione anti-laogai di Più Toscana e Pd

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.