PRATO: polizia municipale, sequestrato un negozio di parrucchiere cinese

Alla titolare, una cittadina cinese di 28 anni, sono state contestate violazioni amministrative per 12mila euro.

Continuano i controlli della Polizia Municipale sull’esercizio delle attività di parrucchiere, acconciatori ed estetisti presenti sul territorio. Questa mattina personale dell’Unità Operativa della Polizia Commerciale, Amministrativa e Anticontraffazione ha sequestrato un negozio di parrucchiere di via Pistoiese gestito da una cittadina cinese di 28 anni.

Al momento del controllo all’interno del locale erano presenti vari clienti, tra cui anche due italiani.

Alla richista di verifica dell’attestato di qualifica professionale necessario per svolgere l’attività di parrucchiera ed estetista, la 28enne ne ha fornito uno rilasciato dalla Regione Molise. Questo ha subito insospettito gli agenti, che hanno attivato le indagini contattando i funzionari molisani, i quali hanno confermato la falsità dell’atto, che in realtà non era mai stato rilasciato dagli uffici della Regione.

Gli Agenti di Piazza Macelli hanno contestato alla titolare le violazioni amministrative per parrucchiera ed estetista abusiva, per un totale di circa 12.000 euro. L’attività è stata sequestrata e la donna è stata denunciata per falsità materiale commessa dal privato ed uso di atto falso.

Comune di Prato,09/10/2015

Articoli correlati:

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.