Categoria: Cristiani

Gli ultimi 10 anni della Chiesa in Cina: dalla Lettera di Benedetto XVI al silenzio sull’arresto di mons. Shao Zhumin

Il silenzio sulla persecuzione dei cattolici cinesi e dei loro vescovi a Wenzhou e a Shanghai. Gli organismi che Benedetto XVI non accettava (Associazione patriottica e Conferenza episcopale cinese) perché “incompatibili con la dottrina cattolica”, ora gestiscono la Chiesa. I dialoghi fra Cina e Vaticano devono mettere in chiaro e non in segreto la sorte dei vescovi sotterranei. Un bilancio da parte di un cattolico cinese del nordest, mentre in Vaticano si celebra un nuovo raduno dei dialoghi Cina-Santa Sede.

CINA- Cristiani protestanti imprigionati: devono confessare di appartenere a un ‘culto malvagio’

La comunità Fengle a Jiangmen è una chiesa domestica, ma il governo vuole sconfessarla come “culto malvagio”. In un raid sequestrate bibbie e arrestati e interrogati alcuni membri. “Il Partito comunista cinese è il più grande culto malvagio”.

Cina, Chiesa Cattolica sotto attacco

Fiducia messa in discussione dall’ondata di violenze abbattutasi lo scorso maggio su una diocesi della provincia di Henan.

Ancora scomparso mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou, non riconosciuto dal governo

Il vescovo sarebbe arrivato all’aeroporto di Wenzhou, ma non è stato portato a casa sua. Mons. Shao è stato prelevato da persone del governo e scortato in luogo sconosciuto. I suoi sacerdoti non lo hanno visto a casa. Cifre aggiornate della comunità di Wenzhou: 130mila cattolici.

Wenzhou: mons. Shao è tornato in diocesi scortato dalla pubblica sicurezza

Il vescovo è riconosciuto dalla Santa Sede, ma non dal governo. E’ stato sequestrato per 27 giorni. Avrebbe partecipato a un “seminario religioso” per convincerlo ad entrare nell’Associazione patriottica e per costringere il Vaticano a nominare subito un vescovo coadiutore appartenente alla comunità ufficiale.

Wenzhou: le autorità tolgono luce e acqua alle Chiese che si rifiutano di installare le telecamere

Le autorità cinesi tagliano luce e acqua ad alcune chiese domestiche di Wenzhou, nella provincia di Zhejiang. L’obiettivo dei funzionari è costringere le chiese a obbedire alle richieste governative di montare al proprio interno telecamere di sorveglianza. L’ordine era stato emesso alla fine dello scorso anno e messo in atto per la prima volta a gennaio. A inizio aprile i cristiani di Wenzhou avevano protestato proprio contro i funzionari del governo che erano intervenuti ad installare le telecame.

Sacerdote cinese: Le gioie e i dolori della mia missione, soffocata dalla politica

La vita quotidiana di un prete del Nord della Cina, della Chiesa ufficiale, in una società dominata dall’ateismo e da superstizioni. Le pressioni dello Stato per far rompere i legami col papa.