Categoria: Uighuri

CINA: la polizia dello Xinjiang saccheggia migliaia di case di uiguri in Kazakistan

RFA ha appreso che le autorità cinesi della contea di Tekes, nella regione nord-occidentale dello Xinjiang,  nelle ultime settimane hanno fatto irruzione nelle case di circa 30.000 membri del gruppo etnico kazako, confiscando copie del Corano, tappetini da preghiera e altri oggetti religiosi.

Autorità dello Xinjiang imprigionano “estremista religioso” uiguro per aver rimproverato il figlio che beveva

Le autorità della provincia nord-occidentale cinese dello Xinjiang hanno condannato a 10 anni di prigione per “estremismo religioso” un sessantasettenne musulmano di etnia uigura, per aver rimproverato suo figlio perché aveva violato la legge islamica bevendo l’alcool, ha raccontato la moglie dell’uomo.

Anziani tra le migliaia di uiguri detenuti nei campi di rieducazione dello Xinjiang

Secondo le fonti, le autorità della regione dello Xinjiang, a nord-ovest della Cina, stanno includendo persone anziane tra i migliaia di uiguri sottoposti all’inchiesta per estremismo religioso, in una vasta rete di campi di rieducazione politica.

Cina: i campi di rieducazione nel Xinjiang detengono migliaia di persone

Alcune persone sono detenute perché avevano la barba, altre perché hanno un figlio che studia all’estero, altre per essere andate il pellegrinaggio alla Mecca.

CINA-Xinjiang, ‘più di 30’ parenti di Rebiya Kadeer in prigione per ‘secessione’

Secondo la leader uigura essi sono in prigione o nei campi di lavoro forzato (rieducazione). Ma la loro sorte è simile a quella di “milioni di famiglie uigure”.  Controlli e arresti in aumento.

Ex giudice in Xinjiang accusato di “odio etnico”

Martedì le autorità cinesi dello Xinjiang, turbolenta regione occidentale, hanno arrestato un giudice in pensione di una brigata para militare del corpo Produzione e Costruzione dello Xinjiang, o bingtuan, con l’accusa di “incitamento all’odio razziale”.

La Cina gestisce campi di rieducazione in Xinjiang per uiguri e altri musulmani

Migliaia di uiguri e di altre minoranze etniche musulmane sono tenute prigioniere in campi di rieducazione, senza poter contattare le proprie famiglie, secondo una politica volta a contrastare l’estremismo nella regione cinese nordoccidentale dello Xinjiang, così hanno detto i funzionari locali al Servizio Uiguro di RFA.