Categoria: Corea del Nord

Le atroci punizioni riservate alle famiglie dei disertori nordcoreani

Dopo la fuga del soldato che lunedì 13 è scappato in Corea del Sud, ci si domanda cosa succede ai familiari dei disertori che restano in Corea del Nord. TPI ha provato a rispondere a questa domanda.

La persecuzione dei cristiani nella spietata tirannia nordcoreana

Choi Kwanghyuk ha cinquantacinque anni, risiede negli Stati Uniti dal 2013, dopo aver abbandonato la Corea del Nord temendo per la propria incolumità, e definisce ‘un paradiso’ la sua nuova vita in Occidente.

Nord Corea, “Kim Jong-un ha tentato di far uccidere in Cina il nipote 22enne”

Secondo il giornale sudcoreano JoongAng Ilbo, Pyongyang avrebbe inviato 7 agenti a Pechino per eliminare Kim Han Sol, figlio di quel Kim Jong Nam che è stato assassinato in Malesia all’inizio di quest’anno. Due di loro “sono stati arrestati la scorsa settimana dal ministero cinese della Sicurezza nazionale”.

‘La Nord Corea è l’inferno’ dice un rifugiato; ecco cosa facevano ai detenuti

I detenuti erano usati come ‘sacchi da box’, ecco il terribile racconto di un rifugiato politico.

Ex generale nordcoreano: il dissenso cresce e la popolazione muore di fame

Un alto ufficiale disertore dell’esercito nordcoreano getta luce sulla brutalità del regime di Kim Jong Un e sul fallimento delle sue politiche economiche. Durante la sua prima apparizione pubblica da quando si è rifugiato negli Stati Uniti nel 2014, l’ex alto funzionario del Partito del Lavoro di Corea Ri Jong Ho ha dichiarato che il dissenso è in crescita nei ranghi più alti della classe dirigente nordcoreana.

Crisi nordcoreana, il regime cinese è un lupo travestito da agnello

Il programma nucleare della Corea del Nord non deve essere visto solo come l’azione di un singolo Stato canaglia. Molti suoi progetti sono infatti frutto di finanziamenti esteri e la sua tecnologia proviene da altre nazioni, a loro volta parte di una rete di Stati canaglia che stanno collaborando per aumentare il proprio potenziale nucleare.

Se la Corea del nord sopravvive, è solo grazie alla Cina

Ma com’è possibile che una nazione relativamente piccola, arretrata economicamente, isolata dalla comunità internazionale, ridotta allo stremo da una dittatura feroce e lunghissima, possa diventare il pericolo numero uno del mondo intero? La risposta è semplice: grazie alla Cina.