Categoria: Persecuzioni

La Cina nega le accuse dell’Onu di detenere gli uiguri nei “campi di rieducazione”

La Cina nega che i musulmani dello Xinjiang, una minoranza di etnia uigura, siano discriminati sulla base della loro religione. E che un milione di persone, secondo fonti giudicate “credibili” dagli esperti dell’Onu, siano state rinchiuse in maniera arbitraria in campi di rieducazione.

Il Global Times difende la mano dura di Pechino contro gli uiguri: ‘Serve per la pace’

Un editoriale del quotidiano di Stato loda le politiche repressive attuate nella regione contro gli uiguri. Lo Xinjiang ha scongiurato il pericolo di diventare “la Siria o la Libia della Cina”. Rapporto di una commissione Onu denuncia la presenza di un milione di musulmani rinchiusi in campi d’internamento.

L’Onu accusa la Cina: “Uiguri in campi di internamento”

La denuncia della comunità internazionale sul trattamento di un milione di cittadini appartenenti alla minoranza musulmana.

CINA: fuggita da un lager nello Xinjiang, un tribunale kazako le concede asilo

Con una sentenza il giudice ha accettato la domanda di asilo di Sayragul Sauytbay, cinese di etnia kazaka. La sua testimonianza è fondamentale per far luce sui campi di concentramento nella regione, mai riconosciuti da Pechino. Il suo legale: “Se la rimandiamo indietro, questa persona scomparirà”.

Orrore in Myanmar: militari stuprano e uccidono sei dottoresse ‘ribelli’

I soldati hanno catturato un veicolo destinato al trasporto di medicinali e sequestrato il personale medico. Dopo giorni di violenze e torture, le donne sono state uccise e gettate in una fossa comune. L’esercito regolare si difende: “Uccise in azione e sepolte in maniera rispettosa”. La Lega delle donne birmane: “Menzogne, avete violato la Convenzione di Ginevra”.

Cina-Hu Jia: ‘Non lasciate morire Ilham Tohti come avete fatto con Liu Xiabo

L’intervento dell’attivista per i diritti umani sulle sorti del docente di economia Ilham Tohti, condannato all’ergastolo nel 2014 per “separatismo”. Il professore denunciò la repressione del governo cinese contro il popolo uiguro e ora sconta la pena in un carcere a Urumqi. Non vede la sua famiglia da tre anni. “È importante tenere viva l’attenzione internazionale sulle sorti di Ilham Tohti”.

Inasprimento sui gruppi sociali tibetani

Human Rights Watch (HRW) ha affermato in un recente rapporto che la Cina sta prendendo di mira alcune attività sociali tra cui il dissenso politico e le iniziative della società civile sotto l’apparenza di voler contrastare i crimini organizzati in Tibet.