PECHINO 2008: REPORTERS SANS FRONTIERES CONTRO CIO E CINA

‘Reporters sans frontieres’ protesta contro le limitazioni all’uso di Internet alle Olimpiadi imposte ai giornalisti e denuncia “il cinismo delle autorità cinesi, che una volta di più hanno mentito, e l’incapacità del Comitato olimpico internazionale, che a causa del suo silenzio durato anni, non ha saputo prevenire una tale situazione”. In un comunicato stampa diffuso in tarda mattinata, l’organizzazione per la difesa della libertà di stampa esprime tutto il suo disappunto per l’annuncio delle autorità cinesi del mantenimento della censura di Internet anche nel periodo delle Olimpiadi. “Ancora una promessa non mantenuta! – accusano -. A nove giorni dalla cerimonia di apertura, si tratta di un’ulteriore provocazione delle autorità cinesi. Questa situazione ci fa temere numerosi casi di censura durante i Giochi”. (30/07/2008)

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.