NEWS

Nuovo rapporto: migliaia di donne e ragazze vittime della tratta di spose dal Myanmar alla Cina

Un nuova ricerca ha stabilito che migliaia di donne e ragazze sono vittime del traffico di essere umani dal Myanmar continua »

Tibet: giovane tibetano si è dato fuoco per protesta contro il dominio cinese

Per protesta contro il dominio cinese sul Tibet e per il ritorno del Dalai Lama, un giovane tibetano (vedi foto) continua »

La Nuova Zelanda si unisce all’Australia per fermare tecnologia Huawei 5G per motivi di sicurezza nazionale. Regno Unito, Italia, Germania e Malta hanno firmato accordo.

L’agenzia di spionaggio internazionale della Nuova Zelanda ha bloccato la società di servizi mobili Spark di utilizzare la tecnologia cinese continua »

I disperati tentativi della Cina di nascondere il genocidio dietro la sua industria del trapianto di organi

La Cina ha annunciato che nel 2015 sarebbe finita la sua politica decennale sul business, in piena crescita, dei espianti continua »

Dietro le mura segrete di un campo di rieducazione in Cina. Straziante e dettagliata intervista di un ex prigioniero [Video]

Abdusalam Muhemet, un ex imprenditore della città di Hotan della Prefettura del XUAR, è stato incarcerato nel 2016 per sei continua »

L’ex prigioniero politico tibetano Palden Gyatso è in cattive condizioni di salute

Palden Gyatso, l’ex prigioniero politico tibetano e attivista ben noto per le pratiche di tortura che ha subito in Tibet  continua »

Cina recluta studenti brillanti per sviluppare robot assassini con intelligenza artificiale [Video]

Trentuno ragazzi di cui quattro ragazze, tutti sui 18 anni di età, sono stati selezionati tra più di 5000 candidati continua »

La Cina costringe i monaci tibetani a ricoprire il ruolo di propagandisti del partito comunista cinese

Human Rights Watch, il 30 ottobre, ha detto che, in linea con il tentativo della Cina di  ‘cinesizzare la Religione continua »

Cina, i diritti negati e il peso dei soldi

Non si contano le proteste e le critiche agli Usa per Guantanamo, ma fingiamo di non vedere ciò che accade continua »

Ex detenuti uiguri raccontano di torture e stupri nei laogai del Xinjiang

Ex detenuti Uiguri  hanno raccontato a The Epoch Times USA le torture, violenze e uccisioni a cui sono stati sottoposti continua »

Cardinale Zen: la Chiesa in Cina rischia l’annientamento.

Recentemente il cardinale Joseph Zen di Hong Kong ha criticato duramente Papa Francesco per non aver compreso il regime cinese, continua »

La Cina mira a limitare il dibattito dell’Occidente

Dopo decenni di una politica fallimentare per “coinvolgere la Cina” le democrazie di tutto il mondo si trovano ad affrontare continua »

Myanmar: il genocidio dei Rohingya continua. La missione delle Nazioni Unite contrastata da Cina e Russia

I ricercatori delle Nazioni Unite hanno dichiarato mercoledì scorso che il genocidio contro i Rohingya del Myanmar è ancora in corso e continua »

Insegnanti dei campus cinesi sorvegliati e controllati dagli studenti

Gli studenti universitari dei campus cinesi sono stati invitati dal governo cinese a sorvegliare e a comunicare alle autorità le continua »

La Cina si basa sulla violenza e sul terrore per raggiungere e mantenere il potere

«I comunisti disdegnano di celare le loro idee e i loro scopi. Essi dichiarano apertamente che i loro fini possono continua »

 

Lo scienziato cinese He Jiankui sembra essere scomparso

L’autore dell’esperimento sugli embrioni di due gemelle con il dna modificato sarebbe irreperibile da una settimana. Secondo la stampa locale sarebbe ai domiciliari, ma la sua università smentisce.

In Cina il governo lancia le «domeniche felici» per fare concorrenza alle chiese.

Sempre più villaggi nella provincia dell’Henan organizzano spettacoli culturali e teatrali di fianco alle chiese di domenica per scoraggiare la partecipazione alla messa e attirare i fedeli. A ottobre, riporta Bitter Winter, il governo di Luoyang ha ordinato di promuovere in modo rigoroso la «propaganda atea» e di organizzare eventi culturali durante le feste religiose per «ridurre l’influenza della religione attraverso “un buon spettacolo rivale”».

Chirurgo cinese escluso dal vertice internazionale per un possibile coinvolgimento nel prelievo forzato di organi

Dong Jiahong, presidente esecutivo dell’Ospedale Tsinghua Changgung di Pechino ed ex capo dell’Ospedale generale dell’esercito popolare di liberazione della Cina, è stato escluso dal vertice Cina-Israele sull’innovazione e sugli investimenti, a seguito delle denunce riguardo alla sua sospetta partecipazione nel prelievo forzato di organi da prigionieri di coscienza cinesi.

Erano prodotti in Cina ma risultavano importati dalla Spagna i 6 mila attrezzi ortopedici sequestrati a Torino dalla Guardia di Finanza

23 milioni di articoli pericolosi stavano per essere immessi sul mercato da una azienda di Monza: stampelle che non reggevano il peso delle persone e deambulatori inutilizzabili tra gli oggetti rinvenuti dalle Fiamme Gialle.

Giornali cinesi puniti per “errori politici”

Due redattori del quotidiano statale Shaanxi Daily sono stati multati, rispettivamente, di 10.000 e 5.000 yuan per un “grave errore politico” dopo aver aggiunto, in un articolo del 15 novembre, tre caratteri cinesi alla nuova linea ideologica del Partito Comunista Cinese.

Palden Gyatso è morto. Addio al monaco paladino del Tibet: trascorse 33 anni di carcere e torture in Cina

Palden Gyatso, monaco tibetano considerato il paladino del Tibet, è morto all’età di 85 anni. A darne notizia, come riporta l’agenzia di stampa Ansa, è stato il quotidiano tibetano online TibetSun. Il nome di Gyatso era noto soprattutto per la sua lunga detenzione nelle prigioni cinesi dove aveva trascorso ben 33 anni fra campi di rieducazione e laogai.

La Nuova Zelanda si unisce all’Australia per fermare tecnologia Huawei 5G per motivi di sicurezza nazionale. Regno Unito, Italia, Germania e Malta hanno firmato accordo.

L’agenzia di spionaggio internazionale della Nuova Zelanda ha bloccato la società di servizi mobili Spark di utilizzare la tecnologia cinese Huawei 5G nel paese per problemi di sicurezza nazionale, affermando che rappresentava un “rischio significativo per la sicurezza di rete.”