Nobel per la Pace: La dissidente Zeng Jinyan non poteva parlare

Pechino  – La dissidente cinese Zeng Jinyan ha detto venerdi che lei era intenzionata a parlare sui diritti umani in Cina ma era spaventata dalle intimidazioni che potevano giungere a lei e a suo marito, l’attivista Hu Jia, attualmente in prigione ed ex finalista per il Premio Nobel per la Pace.

Vai all’articolo di AFP

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.