Missionari in Cina: presentato il documentario su Matteo Ricci

“Padre Matteo Ricci e’ un gigante della cultura e della fede. Dotato di straordinarie doti intellettuali si e’ dimostrato un vero genio dell’inculturazione attraverso cui ha saputo aprire la strada al dialogo tra Occidente e Oriente e all’evangelizzazione della Cina”. Cosi’ mons. Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata, su una delle figure piu’ rappresentative della citta’ marchigiana, il gesuita Matteo Ricci (1552-1610), missionario in Cina dal 1582 fino al giorno della sua morte, ora raccontato nel docufilm ‘Matteo Ricci, un gesuita nel regno del drago’ di Gjon Kolndrekaj, regista italiano di origine kosovara, formatosi presso il Centro sperimentale di Roma, poi allievo di Joris Ivens e collaboratore di Valerio Zurlini, Francesco Rosi, Miklos Jancso e Frank Capra.

“Con quest’opera multimediale – spiega l’autore – ho cercato di esplorare l’umanita’ di Ricci, un gesuita che gia’ 400 anni fa pensava come in un mondo globalizzato da molte espressioni culturali e non frammentato come oggi in cui comunicare e’ diventato difficile”. Presentato ieri in anteprima mondiale nella sala conferenze della Pontificia Commissione delle Comunicazioni Sociali, alla presenza dell’ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia Sun Yuxi, il docufilm contiene immagini inedite girate in Cina e uscira’ a febbraio 2010 in dvd + libro allegato edito da Rai Eri e CDA servizi editoriali.

Corriere della Sera, 19 giugno 2009

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.