Matelica, 220 mila prodotti pericolosi sequestrati in un bazar cinese

Oltre 220 mila prodotti fra giocattoli, cosmetici, bigiotteria, cancelleria, pile, calcolatrici e materiale elettrico prodotti in Cina, e in gran parte pericolosi per la salute, sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Macerata presso un bazar cinese alle porte di Matelica.
Denunciato a piede libero il titolare, C.Z., cinese di 53 anni, residente a Bologna. Il materiale, compresi alcuni portachiavi con l’immagine di Padre Pio, era destinato alla vendita a privati ma anche in negozi al dettaglio. Molti pezzi erano contraffatti con marchi falsificati, come hanno accertato funzionari della Camera di commercio maceratese, che hanno collaborato alle indagini. L’operazione, coordinata dal comandante della Gdf di Macerata Paolo Papetti, fa seguito a un sequestro analogo di 44 mila giocattoli condotto nei giorni scorsi a Corridonia.

Fonte: Corriere Adritico.it, 26 settembre 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.