Categoria: Libertà di stampa e di espressione

Attivista cinese per i diritti dei lavoratori che ha incastrato il fornitore di Ivanka Trump “ha avuto un incidente” mentre in carcere

Le autorità della provincia orientale cinese dello Jiangxi lunedì hanno comunicato che uno dei tre attivisti per i diritti dei lavoratori, arrestati mentre indagavano sulle condizioni di lavoro in due stabilimenti che producono le scarpe del marchio di Ivanka Trump, ha “avuto un incidente”.

Cina, Guangdong: attivista arrestato per magliette con stampa di citazione di Guo Wengui

Le autorità della provincia meridionale cinese di Guangdong hanno arrestato un attivista perché vendeva magliette con una frase di Guo Wengui, miliardario esiliato.

Dong Qi è attualmente detenuto presso la Prigione Longgang di Shenzhen, al confine con Hong Kong, per aver stampato e venduto magliette con le parole “tutto questo è solo l’inizio”.

Cina vieta notizie in tempo reale sui social

La nuova legge draconiana sulla sicurezza cibernetica in Cina, entrata in vigore giovedì, è più probabile che serva a frenare il libero flusso d’informazioni online, in particolare quello delle notizie, piuttosto che proteggere i 730 milioni di utenti internet del Paese.
La legislazione, adottata dal Congresso Nazionale del Popolo lo scorso novembre, mira a “monitorare, difendere e gestire i rischi e le minacce per la sicurezza su internet, provenienti dall’interno del paese o dall’estero”.

Dopo sei mesi di detenzione segreta, avvocato attivista cinese accusato di sovversione

Giovedì, le autorità della provincia centrale cinese dell’Hunan hanno accusato formalmente di sovversione l’avvocato per i diritti, già detenuto, Jiang Tianyong, ha fatto sapere il suo avvocato.
I familiari di Jiang, che si trovano a Changsha, capitale provinciale dell’Hunan, hanno ricevuto la notifica verbale dal dipartimento di polizia della città: è stato formalmente arrestato per “incitamento a sovvertire il potere statale”.

Attivisti che indagavano sulla fabbrica di scarpe in Cina di Ivanka Trump arrestati o spariti nel nulla

Si tratta di tre uomini dell’organizzazione newyorkese China Labour Watch, che stavano indagano sulle condizioni di lavoro nella fabbrica di scarpe della Trump.

Studente cinese insultata per aver elogiato “l’aria fresca dell’assenza di censura” negli Stati Uniti [video]

I nazionalisti in Cina hanno attaccato ferocemente Yang Shuping, accusandola di “demonizzare” il proprio paese, in un’escalation di violenza verbale fomentata dai mezzi di informazione dello stato.

Le nuove Guardie Rosse (del web cinese): si chiamano Piccoli Rosa e sono ragazze

Il gruppo era nato per commentare romanzi rosa, poi si è dedicato alla condanna online di comportamenti anti-patriottici. Con campagne ultranazionaliste .