Categoria: Libertà di stampa e di espressione

WhatsApp bloccato in Cina

La crittografia di WhatsApp non piace alle autorità cinesi che, nel corso del tempo, hanno fatto di tutto per ostacolarne l’uso.

‘Addio’: Qiao Mu, accademico dissidente, lascia la Cina per gli Stati Uniti

Gli amici dicono che la decisione di Qiao è arrivata dopo che la sua carriera accademica è stata distrutta a seguito del suo rifiuto di allinearsi.

Apple e Amazon cedono alla censura cinese

Apple e Amazon, due delle più grandi aziende tecnologiche al mondo, hanno silenziosamente accettato le richieste di censura del regime cinese, sottomettendosi agli ordini del ministero di Pubblica Sicurezza, l’organo del Partito Comunista Cinese posto a controllo di tutte le telecomunicazioni in Cina. I due provvedimenti fanno seguito a una nuova legge sulla sicurezza che potrebbe minacciare ulteriormente la proprietà commerciale.

“Deve considerare i nostri sentimenti”: per gli studenti cinesi lo stato è un’estensione della famiglia

Gli studenti cinesi reagiscono con grande emozione se sentono che la Cina è criticata. Cresce la preoccupazione che questo scoraggi la libertà di parola nei campus australiani.

«Secondo loro, lo stato era un’estensione della famiglia e pertanto deve ricevere tutti gli obblighi e la fedeltà tradizionalmente dovuti alla famiglia.»

USA – CINA ; Il magnate cinese Guo Wengui chiede asilo agli Usa

In fuga dal 2014, teme le rappresaglie di Pechino. Il governo cinese chiede l’arresto del tycoon. Guo indagato in Cina per corruzione, sequestro, frode, riciclaggio e stupro. Il magnate nega e denuncia interessi politici. Tra Usa e Cina non esiste trattato di estradizione. Il suo visto turistico in America scadrà entro la fine dell’anno.

TAIWAN-CINA : a processo Lee Ming-cheh, l’attivista taiwanese arrestato in Cina

Lee condivideva le “esperienze democratiche” di Taiwan con gruppi della società civile in Cina. È rimasto per 170 giorni in isolamento nelle mani della polizia. La moglie ha lanciato una campagna internazionale per il suo rilascio.

CINA : Liu Xia la vedova di Liu Xiaobo è “più in pericolo di quanto lo sia mai stato il marito premio nobel per la pace”

Nessuno l’ha più vista dalla cerimonia funebre del marito. Per i suoi amici ella è trattenuta dalle autorità. Forti preoccupazioni per la sua salute fisica e mentale. Molti attivisti si preparano a commemorare Liu Xiaobo a dispetto della censura di Pechino.