Categoria: Libertà di stampa e di espressione

Rapporto sulle confessioni forzate divulgate dai media cinesi

Quelli obbligati a confessare sono vestiti dalla polizia, viene consegnato un copione e vengono fornite direttive su come comportarsi.

La polizia cinese offre ricompense in denaro a chi denuncia attività pro Tibet.

Secondo un comunicato ufficiale recentemente pubblicato, le autorità cinesi nella contea tibetana di Nagchu, offrono ricompense in denaro a chi denuncia attività “criminali”, compresi gli sforzi per promuovere la cultura nazionale, la lingua del Tibet o legami con il Dalai Lama.

Attivista tibetano arrestato per aver caricato su facebook foto bandiera tibetana

Un uomo tibetano sarebbe stato incarcerato per 10 giorni e minacciato di essere rinviato in Tibet dalla polizia nepalese per una foto che ha caricato all’inizio di questo mese su Facebook in cui si vede con la bandiera nazionale tibetana nelle vicinanze di uno stupa del Buddha a Kathmandu.

CINA-ONU : diplomatico di Pechino cerca di zittire il dissidente Yang Jianli all’Onu

Al Consiglio Onu per i diritti umani si discuteva sulla necessità che le ong svolgano il loro lavoro a favore dei diritti umani senza interferenze. Il diplomatico Chen Cheng ha cercato di bloccare il discorso del dissidente.

In Cina come in Black Mirror. Non puoi viaggiare se hai un punteggio basso

Le restrizioni ideate dal governo cinese inizieranno a maggio e potranno durare fino ad un anno per tutte quelle persone che avranno un “credito sociale” basso.

Hong Kong, i fischi contro l’inno nazionale cinese saranno puniti con tre anni di carcere

È una forma diffusa di protesta dei giovani, durante le partite di calcio. La proposta rispecchia una legge già approvata da Pechino, ma non applicabile nella città. Timori per l’autonomia di Hong Kong. L’opposizione non ha i numeri per bloccare la norma.

Cina, le smorfie della reporter valgono come un dissenso: scatta la censura del governo.[video]

La reporter vestita di blu si chiama Liang Xiangyi ed è recentemente diventata la star dei social cinesi e poi di tutto il mondo. Durante la conferenza stampa che ha seguito la riunione annuale dell’Assemblea Nazionale del Popolo in Cina – dove le domande con i politici vengono concordate in precedenza – la giornalista non ha saputo trattenersi di fronte alla domanda troppo ‘soft’ di una collega al suo fianco.