Categoria: Libertà di stampa e di espressione

La polizia thailandese trattiene un adolescente cinese con lo status di rifugiato U.N.

Le autorità thailandesi hanno arrestato uno studente di college cinese e richiedente asilo politico per avere il passaporto scaduto. Xu Zhenxin, 19, è stato arrestato dopo che la polizia thailandese ha chiesto la sua identificazione mentre era in viaggio verso la città settentrionale di Chiang Rai, dove sperava di trovare un lavoro.

L’epurazione del giornale Yanhuang Chunqiu e i rischi per il Partito comunista

I fedelissimi di Xi Jinping hanno colpito il mensile, colpevole di essere una bandiera della libertà di espressione, della democrazia e della verità storica. La deriva autoritaria del presidente “è sempre più ovvia”, mentre i democratici del Partito si stanno rivoltando contro il suo potere. Se continua su questa strada Xi Jinping “non farà una bella fine e danneggerà tutta la classe burocratica”.

Due giornalisti di Hong Kong condannati a Shenzhen: pubblicavano curiosità sui leader cinesi

L’editore Wang Jianming e il direttore Guo Zhongxiao hanno ricevuto una sentenza di cinque anni e tre mesi e due anni e tre mesi. L’episodio ricorda le sparizioni e detenzioni dei cinque editori di libri. Pechino teme che le libertà di Hong Kong possano “inquinare” la società cinese. Svilito il principio “una nazione, due sistemi”.

In Cina vietate le notizie originali sui siti internet. I media devono diffondere le linee guida del partito.

PECHINO  Da Pechino è arrivata una nuova stretta alla libertà di informazione: i portali web cinesi non potranno più riportare notizie originali. Il nuovo stop ai contenuti che appaiono on line è stato deciso dalla Cyberspace Administration of China, l’ente statale di supervisione di internet, che comporterà nuove restrizioni ad alcuni dei più importanti e visitati siti web cinesi, come Sina, Sohu e Netease, chiusi nel fine settimana e per i quali sono previste anche forti multe per avere «seriamente violato» le regole di internet sui contenuti pubblicati e avere causato «enormi effetti negativi».

Avvocato di Zhao Wei incarcerato per pettegolezzi di abusi sessuali subiti dalla sua cliente in prigione

L’avvocato di un assistente legale cinese rilasciata la settimana scorsa  è stato detenuto per aver “diffuso pettegolezzi” dopo aver indagato sui presunti abusi sessuali di cui vittima la sua cliente durante il suo anno di detenzione.

Hong Kong, i candidati al parlamento “devono giurare fedeltà alla Cina”

A settembre si vota per il rinnovo del Consiglio Legislativo, organo esecutivo dell’ex colonia britannica. A sorpresa il governo, vicino a Pechino, impone un “atto formale di accettazione” di Hong Kong “come parte inalienabile della Cina continentale”. Chi si rifiuta non verrà ammesso. Le proteste dei democratici e il timore delle nuove spinte indipendentiste, guidate dai giovani.

Lam Wing Kee non sarà restituito alla Cina

Le autorità di Hong Kong hanno rifiutato di restituire alle autorità cinesi uno dei cinque librai sequestrati in Cina continentale a fine 2015. Secondo le autorità di polizia di Ningbo, a sud di Shanghai, l’uomo avrebbe infranto gli accordi sulla sua liberazione e ne ha richiesto il rientro, minacciando nuove azioni. Il responsabile della sicurezza di Hong Kong, Lai Tung-kwok, ha però dichiarato che saranno le autorità di Hong Kong a gestire il caso. In base al principio «un paese-due sistemi», la polizia cinese non ha giurisdizione nella città.