Categoria: Libertà di stampa e di espressione

Come la Cina sta manipolando l’opinione pubblica del Paese sul web

Si parla ancora di Cina e censura, dopo che pochi giorni fa Apple è stata costretta a rimuovere dal proprio store le app che offrivano servizi di VPN. Uno studio di Gary King, della università di Stanford, ha rivelato come la Cina stia affinando le proprie tecniche di repressione e propaganda sul web grazie a stratagemmi sempre più raffinati.

L’attivista cinese, Super Vulgar Butcher, dovrà affrontare un’ulteriore detenzione dopo il “processo vergogna”.

Wu Gan, accusato di sovversione dopo aver esposto episodi di malgoverno, ha avuto un processo di un giorno, dopo due anni in custodia.

Avvocato per i diritti umani “rilasciato”, ancora tenuto in una caverna nella Cina del nord, sotto sorveglianza della polizia

E’ improbabile che l’avvocato per i diritti dei dissidenti, Gao Zhisheng, riacquisti la libertà prima del 19° congresso del Partito Comunista Cinese, che avverrà verso fine di quest’anno. Così hanno dichiarato i suoi amici a RFA. Sebbene sia stato formalmente rilasciato ad agosto 2014, rimane agli arresti domiciliari.

Attivista di Hong Kong ‘torturato’ da ‘agenti della Cina’: spediva una cartolina di Lionel Messi a Liu Xia

Howard Lam è stato rapito e picchiato. Le sue gambe infilzate con graffette. L’episodio ricorda i rapimenti dei cinque editori e librai di Hong Kong, tenuti per mesi sotto custodia di poliziotti in Cina. Il Partito democratico continua la sua campagna per liberare Liu Xia, la moglie di Lui Xiaobo, lasciato morire circa un mese fa dalle autorità cinesi.

CINA, Xie Yang, avvocato per i diritti umani: è ‘libero’ ma vivrà in una casa-prigione apposta per lui.

Le autorità hanno trasformato l’appartamento in università (dove insegnava la moglie di Xie Yang) in una prigione con grate e con porta di sicurezza. L’appartamento vicino è tenuto dalla polizia per un controllo 24 ore su 24. Xie Yang è uno delle centinaia di arrestati nella campagna 709 del 2015Il suo caso è tipico per il modo in cui la Cina tratta i dissidenti o chi essa ritiene pericolosi: torture, confessioni forzate, prigioniaMolti di questi avvocati, almeno la metà, sono cristiani.

Cina: la battaglia di Ye Haiyan contro gli abusi sessuali sui minori

Sparrow, letteralmente “passero”, è il nome con cui Ye Haiyan, attivista per i diritti dei minori e fervida sostenitrice della legalizzazione della prostituzione in Cina, si fa chiamare. Attorno al suo nome e al suo operato l’opinione pubblica è divisa tra chi la sostiene ardentemente e chi, invece, cerca in tutti i modi di tarparle le ali.

Cina, Apple rimuove servizi VPN dall’App Store locale

Sempre più problemi per i provider VPN in Cina, in queste ore Apple sta comunicando l’eliminazione di numerose app per adeguarsi alle stringenti leggi di Pechino.
Apple sta rimuovendo i servizi VPN (virtual private network) dall’App Store cinese. Lo hanno dichiarato i providers VPS, accusando Cupertino di sottostare alla stringenti regolamentazioni presenti in Cina.