Liaoning: Miao Yuhuan, insegnante di una scuola superiore, è detenuta nella città di Dalian

La signora Miao Yuhuan, di 36 anni, è residente a Dengshahe, distretto di Jinzhou District, città di Dalian, provincia di Liaoning. È una insegnante di musica alla scuola superiore 123 di Dalian ed è stata riconosciuta come una delle migliori insegnanti.
Miao Yuhuan ha iniziato a praticare Falun Gong nel 1997. Chiedeva a sé stessa di seguire i principi di “Verità-Benevolenza-Tolleranza”, sviluppando così una buona reputazione nel suo vicinato e nella scuola dove lavorava.
Nel novembre 2000 il marito di Miao, Zhang Jun, anch’egli un praticante, andò a Pechino per fare appello per il diritto di praticare Falun Gong. Venne arrestato e condannato a tre anni di lavori forzati. Alcuni amici e parenti fecero pressione sulla giovane sposa, sposata da meno di sei mesi, di chiedere il divorzio e sposare qualcun altro. Lei sorrise e scosse la testa. Sapeva che suo marito non stava facendo niente di male, praticando Falun Gong. Visitava i suoi suoceri ad ogni festività, portando loro dei regali e cercando di tenere alte le loro speranze. Dopo che Zhang venne rilasciato, Miao dette la luce a una bambina, Jinglian, alla fine del 2006.
La mattina del 4 dicembre 2008 la polizia per la sicurezza nazionale di Dalian e di Jinzhou assieme alle stazioni di polizia di Liangjiadian e di Dengshahe perquisirono la casa di Zhang senza alcuna ragione. Quindi si recarono alla scuola 123 per arrestare Zhang (lavora nella stessa scuola della moglie). Non riuscendo a trovarlo arrestarono violentemente Miao.
Attualmente Miao è detenuta nel centro di detenzione di Yaojia, nella città di Dalian. La sua figlia di due anni è stata portata dai nonni. Le due nonne di Jinglian sono andate con lei alla stazione di polizia di Liangjiadian ogni giorno per chiedere il rilascio della madre. Una delle due nonne ha detto: “la bambina ha bisogno della sua mamma, la nostra salute non è buona.” I poliziotti si sono rifiutati di rilasciare Miao e hanno detto: “perché non lasciate la bimba qui, la porteremo dalla sua mamma.”

Fonte: DossierTibet, 20 Gennaio 2009

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.