Categoria: Lavoro forzato

“In Cina operaie schiavizzate”. Il marchio di Ivanka Trump nella bufera

Un dollaro all’ora per una settimana di 60 ore: queste le condizioni di lavoro delle operaie cinesi di una fabbrica che produce capi di abbigliamento per conto della G-III Apparel, il gruppo a cui fanno capo il brand di Ivanka Trump e altri marchi della moda (per così dire) ‘made in Usa’ come Guess, Calvin Klein e Tommy Hilfiger. 

Cina-Jilin: “Arrestato più volte e casa saccheggiata”

Il Sig. Qu Guangyi, 50 anni, è stato nuovamente arrestato il 12 gennaio 2017 dagli agenti dell’Ufficio 610(*) locale subito dopo il suo rilascio dalla prigione della città di Jilin.

CINA: “mi sono trovata più volte sul punto di morte a causa delle numerose torture”

Sono Sun Shuying, una donna di sessantaquattro anni che ha lavorato presso una fabbrica di automobili nel nordest della Cina. A causa della mia fede nella Falun Dafa, le autorità mi hanno arrestata sette volte e imprigionata per dieci anni. Le percosse e le gravi torture subite mi hanno quasi ucciso….

Com’è davvero lavorare in una fabbrica cinese dove si fanno gli iPhone: il racconto di un ex operaio

Uno studente svela su “Business Insider” le sue 6 settimane alla catena di montaggio di Pegatron, fornitore cinese di Apple: 12 ore al giorno ad avvitare le stesse viti.

Cina: torturato per la sua fede, il signor Xie Ge cita in guidizio Jiang Zemin

Il signor Xie Ge, che attualmente vive negli Stati Uniti, ha presentato una denuncia penale contro l’ex dittatore cinese Jiang Zemin per aver avviato, nel luglio 1999, la brutale persecuzione del Falun Gong.

Fanno lavorare 9 operai senza permesso: arrestati due confezionisti cinesi

Marito e moglie cinesi sono stati fermati dai carabinieri di Montemurlo in un capannone di via Cellini. Nell’abitazione adiacente avevano realizzato 20 posti letto.

Operaia morta in azienda: indagato il titolare cinese

Prato, il sostituto Sottosanti ha iscritto l’uomo nel registro degli indagati anche per omicidio colposo L’ipotesi di reato decadrà se l’autopsia confermerà la morte per cause naturali.