Categoria: Lavoro forzato

Operaia morta in azienda: indagato il titolare cinese

Prato, il sostituto Sottosanti ha iscritto l’uomo nel registro degli indagati anche per omicidio colposo L’ipotesi di reato decadrà se l’autopsia confermerà la morte per cause naturali.

India, l’inferno dei bambini nelle miniere di mica. Protagonisti Cina, India, Stati Uniti e Unione Europea.[video]

Un minerale dall’inestimabile valore per le compagnie operanti nei settori della cosmetica, dell’automotive e dell’elettronica, in grado di alimentare un giro d’affari da miliardi di euro in un mercato che vede fra i protagonisti Cina, India, Stati Uniti e Unione Europea.

“Lager” di oggi: i famigerati laogai cinesi [video]

campi di concentramento non sono solo una triste realtà del passato ma, in diverse varianti, continuano ad esistere ancora oggi. Non si parla più di veri e propri campi di concentramento che, pure, sono ricomparsi durante la guerra nella ex Jugoslavia, ma di campi di lavoro o di rieducazione, come quelli ancora oggi in funzione in Corea del nord o nella Repubblica Popolare Cinese.

Shandong: “Ho sopportato quattro anni di carcere per aver invitato alcune persone ad assistere a un processo”

Il 24 luglio 2012 la signora Li Li e suo marito sono stati arrestati per aver invitato delle persone ad assistere all’udienza del praticante del Falun Gong Wang Guangwei. Li Li è stata condannata a quattro anni di carcere. Suo marito Wang Huanzhong è stato sottoposto a un anno di lavori forzati.

BUSINESS VERSUS HUMAN RIGHTS

Evento storico: Xi Jinping parla a Davos, in Svizzera, al World Economic Forum. Davanti a tremila manager delle principali multinazionali e alle massime autorità politiche di molti Paesi. Folte le delegazioni economiche, per intrecciare e consolidare relazioni d’affari. Il motto di quest’anno: “leadership responsabile”. Responsabilità verso i Diritti Umani, sviluppo ambientale sostenibile, applicazione degli standard minimi dell’Organizzazione mondiale del Lavoro (OIL)? Non se ne parla.

Drogato e schizofrenico: i frutti della prigionia e della tortura per Li Chunfu, avvocato per i diritti umani

In prigione era costretto a prendere ogni giorno delle medicine “contro l’alta pressione” (che non ha mai avuto). Ha vissuto lunghi periodi chiuso in una stretta gabbia di ferro. La testimonianza della cognata Wang Qiaoling e il grazie della moglie Bi Liping: “Leviamoci, denunciamo i crimini della polizia di Tianjin. Esponiamoli alla luce del sole!”. La rivista “China Change” domanda un’inchiesta internazionale sugli abusi contro gli avvocati per i diritti umani (molti di essi sono cristiani).

Filctem Cgil Prato denuncia: “Sistema di lavoro illegale cinese molto diffuso”.

“Il sistema di lavoro illegale cinese si sta diffondendo a macchia d’olio: i lavoratori, anche italiani, vengono sfruttati e i diritti negati”. E’ la denuncia della Filctem Cgil di Prato che si propone di raccogliere un dossier da trasmettere alla Procura della Repubblica.