La disoccupazione aumenta. Sono soprattutto i migranti ad essere sfruttati o licenziati

Tongan, China (AFP). Xue e sua moglie sono stati licenziati il mese scorso e sono disperati. Uno dei milioni di casi di migranti sfruttati in Cina. Vi sono già migliaia di episodi di rivolte popolari nel paese che sono destinate ad aumentare con l’ampliamento della crisi economica e con ben 200 milioni di migranti che rischiano il licenziamento.  Leggi l’articolo su Yahoo News

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.