La Cina detiene l’ex procuratore che ha criticato il progetto del Presidente per un governo illimitato

Le autorità della provincia cinese orientale di Anhui hanno arrestato, per motivi di  ordine pubblico, un ex procuratore dopo che ha criticato il progetto che consentirebbe al presidente Xi Jinping di governare indefinitamente. Shen Liangqing, che è stato critico nei confronti del governo negli ultimi anni, è stato portato via da circa 10 agenti di polizia dalla sua casa di Hefei, nel capoluogo della provincia di Anhui.

“Sono venuti qui verso le 20.30 e sono partiti alle 21.25, ma non ci hanno rilasciato alcun dettaglio durante l’ora che sono stati qui”, ha affermato il figlio, Shen Li.

Ha aggiunto: “avevano un mandato con loro, lo hanno chiamato per interrogarlo e il motivo addotto era il sospetto di “fomentare litigi e sollevare guai”.

La polizia ha anche emesso un mandato di perquisizione, prima di procedere a fare copie di tutto il contenuto del computer e del cellulare di Shen.

L’accademico Yi Chun, amico intimo di Shen, ha detto che la sua detenzione potrebbe essere legata alle critiche che ha fatto sul piano del Partito Comunista Cinese di modificare la costituzione per abolire il limite ai due mandati per la presidenza, aprendo la strada a regole indefinite per Xi Jinping.

“Non ne sono affatto sorpreso, perché penso che potrebbe avere qualcosa a che fare con [gli emendamenti costituzionali] perché sono piuttosto sensibili”, ha detto Yi a RFA. “Ha sicuramente fatto commenti [su quell’argomento], e penso che sia sicuramente collegato a questo”.

 

La sessione del Parlamento accresce la sicurezza

Ha detto che la detenzione arriva anche in un momento di maggiore sicurezza, dal momento che il parlamento della Cina, il National People’s Congress (NPC), tiene la sua sessione annuale a Pechino.

“Le autorità ora stanno davvero bloccando ciò che i dissidenti possono dire, e [Shen] è stato particolarmente esplicito, non si è affatto censurato”, ha detto Yi. Ha detto esattamente quello che stava pensando. I controlli sono molto più stretti ora e si reprime qualsiasi punto di vista opposto”.

Yi ha detto che la detenzione di Shen arriva anche in un momento di grande persecuzione politica degli avvocati cinesi per i diritti umani, che potrebbero compromettere il suo accesso alla rappresentanza legale.

“Potrebbe non essere molto facile entrare in contatto con uno di loro”.

Un ufficiale che ha risposto al telefono alla stazione di polizia di Wuhu Road, dove inizialmente era stato portato Shen, ha rifiutato di commentare il caso.

“Sì, è vero”, ha detto l’ufficiale quando gli è stato chiesto se fosse stata la stazione di polizia di Wuhu Road. Ma dopo aver scoperto chi stava chiamando, ha detto: “Hai il numero sbagliato, questo è il numero di una società”.

Shen, 56 anni, è un ex procuratore della Procura Popolare ad Anhui, che ha preso parte al movimento democratico del paese a partire dal 1984, quando ha pubblicato una pubblicazione dal titolo “Studenti e Società” che promuoveva la politica democratica e i diritti umani.

In seguito è stato condannato a 18 mesi di reclusione da una corte di Hefei, che lo ha riconosciuto colpevole di “incitamento a sovvertire il potere statale” dopo aver preso parte al movimento democratico nel 1989.

Ha continuato a essere un critico del regime dopo la sua liberazione, sostenendo apertamente il movimento pro-democrazia del 2014 a Hong Kong.

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation


Fonte: Radio Fee Asia, 7 mar 18
English article: China Detains Former Prosecutor Who Criticized President’s Plan For Unlimited Rule

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.