L’università di Pechino impone agli studenti di boicottare Carta 08

Pechino, Cina – La facoltà di giurisprudenza dell’università di Pechino vieta agli studenti di simpatizzare verso Carta 08, documento che chiede al governo maggiore democrazia e il rispetto dei diritti umani.

Carta 08, presentato il 9 dicembre, ha già ottenuto oltre 7mila firme di adesione, nonostante l’attenta censura delle autorità e la persecuzione contro molti dei più noti autori e firmatari (nella foto Liu Xiaobo, arrestato dopo la firma). Hanno firmato eminenti docenti della Scuola di Diritto dell’università di Pechino, come il professor He Weifang e Zhu Suren fratello del decano Zhu Suli.

Per risposta le autorità, in un documento con data 16 gennaio, che qualcuno ha messo su un blog poi tradotto a cura del sito ChinaDigitalTimes, chiedono agli studenti di questa facoltà “di resistere con fermezza e astenersi da simili questioni [Carta 08]”, “non conformarsi in modo acritico e non seguire le azioni della massa e di non distribuire notizie dannose tramite i media o altri canali di comunicazione”, ma “informare subito il Partito” se qualcuno lo fa. E’ detto con chiarezza che “tali questioni [Carta 08] sono contro il Partito e il socialismo”, ma non è spiegato perché.

Fonte: AsiaNews, 26 Gennaio 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.