Jiangsu: nuova ordinazione episcopale approvata dal Vaticano

Con l’approvazione della Santa Sede, mons. Shen Bin è stato ordinato oggi vescovo ufficiale della diocesi di Haimen (Nantong) nella provincia del Jiangsu, lungo la costa est della Cina. La cerimonia è avvenuta nella cattedrale di Nantong, proprio nel giorno in cui la Cina celebra il lutto per i morti del sisma nel Qinghai. Subito dopo l’ordinazione, iniziata alle 8.30, come in tutta la Cina, alle 10 i presenti hanno osservato alcuni minuti di silenzio.

Mons. Shen è il secondo vescovo riconosciuto dal governo e approvato dalla Santa Sede ad essere ordinato in quattro giorni. Lo scorso 18 aprile è avvenuta quella di mons. Paolo Meng Qinglu di Hohhot. Le ordinazioni episcopali sembravano bloccate da quasi due anni. La sede di Haimen era vacante dal 2006, quando è morto il vescovo Yu Chengcai.

Il presidente della celebrazione è stato mons. Fang Xinyao, vescovo di Linyi. Presenti anche altri tre vescovi del Jiangsu: mons. Lu Xinping di Nanchino; mons. Xu Honggen di Suzhou e Wang Renlei di Xuzhou. Tutti loro, meno mons. Wang, sono vescovi legittimi, in comunione con la Santa Sede. Wang Renlei è stato ordinato senza approvazione papale nel novembre del 2006.

Alla celebrazione hanno partecipato anche 20 sacerdoti e circa 1000 fedeli.

Parlando con AsiaNews, mons. Shen ha spiegato che le sue priorità sono anzitutto quelle di rafforzare la formazione e i servizi sociali della Chiesa. Egli spera di poter aiutare sacerdoti e suore ad approfondire lo studio della Bibbia, la spiritualità, la cultura, come pure di incrementare la formazione dei laici per comprendere e partecipare all’evangelizzazione.

Sul versate dell’impegno sociale, egli spera di aiutare gli studenti più poveri nell’istruzione e di fondare gruppi caritatevoli che si prendano a cuore i poveri, gli orfani, le vedove e le vittime dei disastri.

Mons. Shen, il nuovo vescovo ha 41 anni ed è sacerdote dal 1996. Per lungo tempo ha lavorato anche come vicario generale.

Come segno di partecipazione al lutto nazionale per i morti del terremoto del Qinghai, tutti i fedeli hanno pregato per loro. Al banchetto che ne è seguito non è stato servito alcun vino.

Alcuni hanno avuto l’impressione che l’ordinazione sia stata organizzata molto in fretta. Il vescovo ha detto che il periodo subito dopo Pasqua è il migliore. In maggio la diocesi è occupata con i pellegrinaggi alla Madonna di Langshan, un santuario locale, e in giugno il tempo è troppo caldo e umido.

La diocesi di Haimen è composta da 30 mila cattolici, serviti da 9 sacerdoti e 21 suore.

Fonte: AsiaNews, 21 aprile 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.