Categoria: Istituzioni nazionali e Internazionali

Cina, la tradizione che giustifica le violenze sulle damigelle durante le nozze

In Cina, secondo un’antica tradizione, i testimoni “disturbano” le nozze con scherzi, ora l’usanza viene usata come scusa per molestare sessualmente le damigelle.

Dalla Cina a Facebook, prove di controllo totale

Il “credito sociale” di Pechino è il più ambizioso progetto di controllo digitale mai operato. Ma le strategie delle Big della Silicon Valley vanno nella stessa direzione.

Trapelata email indirizzata allo staff taiwanese che mostra come alla compagnia aerea sia stato ordinato da Pechino di seguire la politica “Unica Cina”

La compagnia aerea Emirates si è inserita in un ginepraio diplomatico vecchio di decenni, dopo che ha ordinato all’equipaggio di cabina taiwanese di rimpiazzare la bandiera sul tesserino indossato sulle loro uniformi con quella cinese, innescando rabbia e campagne di boicottaggio sui social media.

Cina soft power parte seconda: Pechino si rivolge a Hollywood per vincere cuori e menti

Dopo aver subito una serie di battute d’arresto nei suoi tentativi di migliorare la propria immagine nel mondo, la Cina sembra aver trovato la chiave per il successo investendo su Hollywood.
Ecco la tangente per Hollywood: in cambio di investimenti cinesi per produrre film accettabili a Pechino, gli studi cinematografici americani dividono i profitti cinematografici in Cina.

Chi vive nelle viscere di Chongqing, in Cina

Mentre la vita in superficie scorre tranquilla i passanti della città di Chongqing non pensano nemmeno più a cosa sta accadendo nelle viscere della città. Eppure pochi metri sotto i loro piedi vivono decine di operai che lavorano giorno e notte all’interno di tunnel umidi e bui, costruiti come rifugi antiaerei negli anni della Seconda Guerra Sino-Giapponese.

La legge cinese sulla sicurezza informatica fa tremare le multinazionali

La prima legge della Cina sulla sicurezza informatica aumenterà i costi per le multinazionali, lasciandole vulnerabili allo spionaggio industriale e darà alle imprese cinesi un vantaggio sleale, hanno avvertito rappresentanti di aziende e analisti.

La Cina ottiene l’esclusione di Taiwan dall’Oms

Il ministro della Sanità di Taipei, a Ginevra per l’Assemblea mondiale sulla sanità, oggi è stato tenuto fuori dalla porta, nonostante l’interessamento di molti Stati, a causa del rifiuto del presidente taiwanese di accettare il principio “One-China”. L’Organizzazione mondiale della sanità spende in viaggi e alberghi più che nelle emergenze di epidemie.