Categoria: Imperialismo militare ed economico

Le false promesse di Xi Jinping e la cacciata della ‘popolazione più bassa’ da Pechino

Decine di migliaia di migranti e le loro famiglie sono stati espulsi e mandati via dalla capitale. Eppure al recente Congresso del Partito, il presidente Xi ha promesso sostegno e aiuti contro la povertà. Nessuna ricompensa e nessun aiuto legale o caritativo per gli sfollati. Esiste nel Paese un “darwinismo sociale”, che condanna all’emarginazione le classi rurali e fa godere di privilegi e aiuti le classi cittadine. Per gentile concessione della Jamestown Foundation.

Così la Cina usa LinkedIn per spiare la Germania (e l’Europa)

L’intelligence tedesca BfV ha individuato profili falsi al soldo di Pechino che hanno contattato 10 mila tedeschi.

Alla Conferenza mondiale su internet, applausi ambigui per Xi Jinping e per il controllo sul web

Presenti 1500 rappresentanti da 80 Paesi. Il presidente cinese offre aperture al mercato online, ma ribadisce la “sovranità” della Cina nel cyberspazio. L’internet cinese è quello più controllato al mondo. Ma è anche il più sviluppato.

Cosa è la popolazione ‘più bassa’ in Cina

Crescono le critiche alla espulsione dalla città di Pechino delle centinaia di migliaia di migranti, bollati dai media cinesi come “gente di livello più basso”. Per il grande dissidente Wei Jingsheng queste espressioni sono segno di un’eredità feudale ormai annidata nel Partito comunista cinese. Quest’ultimo si reputa il luogo dell’élite e del governo giusto. La persona, l’uomo ridotto a rotella di una macchina, come in passato l’uomo era ridotto ad animale da lavoro.

L’Australia irrita la Cina: ” La Cina sta violando il diritto internazionale..”. Dure reazioni di Pechino

L’Australia appare sempre una nazione distaccata dalla politica mondiale, come se fosse una sorta di avamposto anglo-americano in Oceania senza in realtà un proprio peso specifico nel Pacifico.

Cellule del Partito comunista cinese in ogni compagnia straniera. Ma la Germania non ci sta

Le cellule dovrebbero nascere a spese delle compagnie a capitale straniero. Vi sono già 106mila compagnie che hanno accettato. Timori che il Partito intervenga anche nel management delle aziende. Le Camere di commercio tedesche: Nessun partito politico all’interno delle strutture delle compagnie. Se continuano le pressioni, le compagnie tedesche potrebbero ritirarsi dal mercato cinese.

CINA: sfratti, demolizioni e sgomberi, Pechino caccia i migranti e i poveri

Pechino – Se lo slogan scelto per le Olimpiadi del 2008 era «Pechino ti accoglie», oggi potrebbe essere «Pechino ti caccia». Questo post – virale su Weibo e sugli altri social cinesi – accompagna un video in cui appare una lunga fila di uomini, donne e bambini. Lavoratori migranti – carichi di sporte, valigie e oggetti impacchettati in fretta -, che mestamente lascia le piccole abitazioni dove ha vissuto per anni. Altre immagini che circolano in queste ore sui social raccontano demolizioni di case, magazzini e negozi.