Il comitato protezione giornalisti per la libertà di espressione in Cina

New York— Il comitato di protezione giornalisti condanna la detenzione nella Cina dell’ovest di un regista e del suo assistente che sono stati imprigionati per diversi mesi dopo aver registrato interviste con tibetani residenti nelle regioni dove il Governo cinese ha giurisdizione.

Vai all’articolo di Phayul

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.