Hebei: 300 praticanti arrestati, 30 praticanti portati in campi di lavoro forzato, 2000 yuan estorti ad ogni praticante

Crimini commessi dal PCC nella contea di Laishui, durante i giochi Olimpici
Sun Jinbo e Wang Fucai, direttori dell’ufficio 610, hanno dato ordine di perquisire e arrestare i praticanti del Falun Gong. Il loro slogan è stato: “arrestate 300 praticanti, portatene 30 nei campi di lavoro forzato ed estorcete 2.000 yuan da ognuno di loro”. Contemporaneamente hanno usato la propaganda TV per far sapere alla gente che, per denunciare un praticante alla polizia, sarebbero stati pagati da 200 a 1000 yuan. Durante le Olimpiadi circa 100 praticanti sono stati arrestati, 13 portati nei campi di lavoro forzato e oltre 30 in un centro per il lavaggio del cervello.

Wang Fucai ha personalmente diretto un gruppo di persone a perquisire case e ad arrestare praticanti. I poliziotti non hanno mostrato nessun avviso di perquisizione né rilasciato una lista degli oggetti confiscati. Hanno rubato soldi, fatto multe senza rilasciare ricevute e incarcerato praticanti senza nessun motivo ufficiale. Hanno portato praticanti dei campi di lavoro forzato senza un processo.

La polizia ha arrestato senza scrupoli. La signora Liu Xiufeng è collassata, al momento dell’arresto. La polizia ha ordinato a un dottore di farle un’iniezione, quindi l’hanno portata in un centro di detenzione. Là le sono state fatte ulteriori iniezioni per altri due mesi.

La polizia ha multato Wei Youtong, un praticante del villaggio di Songgezhuang, per quasi 8.000 yuan. Chu Wenhua, direttore della stazione di polizia della città di Yi’an, ha estorto 9.000 yuan in contanti durante l’arresto della signora Li Xiuling, una praticante, mandandola poi in un campo di lavoro forzato. Quando la polizia ha arrestato il signor Liu Hanyu, gli sono stati presi 1.500 yuan in contanti. Più tardi la polizia ha restituito 1.000 yuan dopo le richieste della famiglia. Prima e dopo le Olimpiadi venti praticanti sono stati multati.

I poliziotti delle varie stazioni locali hanno scattato fotografie dei praticanti contro il loro volere, per completare i documenti per l’ammissione al centro di detenzione. I praticanti che hanno rifiutato di farsi fotografare sono stati minacciati e picchiati. Poliziotti della stazione di polizia della città di Dongwenshan hanno cercato di fare delle foto alla signora Cheng Yulan per trasferirla in un campo di lavoro forzato, ma la signora Cheng si è rifiutata di cooperare. I poliziotti allora l’hanno picchiata; due di loro le hanno spinto la testa contro un muro per poterla fotografare, non riuscendoci l’hanno tenuta a terra e l’hanno picchiata ancora. Durante il pestaggio la pelle dei suoi gomiti si è lacerata.

Liu Xiufeng e altri quattro praticanti volevano denunciare Sun Jinbo, segretario della Contea e Wang Fucai, direttore dell’Ufficio 610. I due erano spaventati dal fatto che altre persone potessero citarli in giudizio, così hanno fatto in modo che i praticanti venissero sottoposti alla “unità per il rinforzamento della legge”. Wung Fucai ha dato ordine di rinchiudere praticanti uomini e donne nella stessa cella, di farli dormire sul pavimento umido, di dargli da mangiare solo pane raffermo e cavolo, bere acqua contaminata e fare docce fredde.

La cosiddetta “unità per il rinforzamento della legge” era composta da personale dell’Ufficio 610, dell’Ufficio per la pubblica sicurezza della Contea, dell’Ufficio dell’Educazione, dell’azienda idrica e così via. Hanno fatto a turno per controllare i praticanti, giorno e notte. I praticanti venivano picchiati brutalmente se venivano scoperti a recitare gli insegnamenti del Falun Gong, a fare gli esercizi del Falun Gong o se cercavano di persuadere altri a denunciare il PCC. La signora Li Shuhong è stata picchiata per tre volte e i poliziotti hanno ordinato di non parlare dei pestaggi.

Liu Liang, dell’Ufficio per la Pubblica Sicurezza camminava su e giù, dicendo: “dovete essere multati e picchiati, se volete andare a casa.” Circa venti praticanti sono stati forzati a pagare.

(Fonte: DossierTibet, 1 gennaio 2009 versione cinese su http://minghui.ca/mh/articles/2008/11/26/190473.html )

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.