Una giovane tibetana è stata arrestata mentre protestava, da sola, contro l’occupazione del suo paese

Konchok Drolma (v.foto), casalinga e madre di due figli piccoli; uno di 7 anni e l’altro di 4 anni,  è stata arrestata il 14 luglio mentre percorreva l’ormai tristemente nota “Via dei Martiri” tenendo alta sopra la testa una fotografia del Dalai Lama. Un tibetano che per ragioni di sicurezza non ha voluto fornire altri dettagli, ha fatto sapere che la giovane, poco più che ventenne, proveniva dal villaggio di Chunde, nella Contea di Ngaba, ed era vestita di bianco.

Non si hanno notizie sul luogo della sua detenzione. Questa nuova protesta porta a undici i casi di manifestazioni “solitarie” avvenute a Ngaba: si tratta di azioni spontanee e improvvise che non mettono a rischio l’intera comunità in quanto non necessitano di essere premeditate e organizzate ma che tuttavia costituiscono una sfida al divieto di assembramento imposto ai tibetani dalle autorità cinesi.

Associazione Italia Tibet, Radio Free Asia, 22/07/2016

English article, Radio Free Asia:

 

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.