Giornalista che denuncia violazioni dei diritti umani in Cina arrestato per sovversione

Liu Feiyue, fondatore del sito Minsheng Guangcha creato nel 2006, specializzato nel documentare e denunciare violazioni dei diritti umani ed altri crimini contro l’umanità in Cina, è stato arrestato con l’accusa di sovversione. L’arresto, secondo quanto rivelato, è avvenuto all’inizio del mese a Suizhou, nella provincia dell’Hubei.

Il sito Minsheng Guancha, conosciuto in inglese con il nome di Civil Rights & Livelihood Watch che documenta proteste, detenzioni e violazioni dei diritti umani è sistematicamente ignorato dai media cinesi.

Liu ha pubblicato storie su arresti di dissidenti e attivisti; una delle poche persone che vivono in Cina a farlo. Il suo sito web ha affermato che la Cina, con il pretesto di dare loro un trattamento psichiatrico, ha rinchiuso centinaia di dissidenti in ospedali psichiatrici. Ha anche documentato casi di corruzione locale e le proteste da parte dei veterani in cerca di benefici dopo la loro dimissione dal servizio militare.

La notizia dell’arresto di Liu arriva poco dopo la notizia di pochi giorni fa dell’arresto dell’avvocato per i diritti umani Jiang Tianyong che ha rappresentato due figure di spicco nel panorama dei dissidenti del regime come l’avvocato Gao Zhisheng e l’attivista cieco Chen Guangcheng.

Patrick Poon, segretario internazionale di Amnesty International, ha detto che i casi di Liu e Jiang sono “preoccupanti”, è indice di “una nuova ondata di repressione contro i difensori dei diritti umani.”

Traduzione Laogai Research Foundation

English article, Independent:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.