Gingerino in Cina? I tosiani dicono no

“Sarebbe il colmo che Gingerino ed Acqua Brillante venissero prodotte in Cina. La Giunta batta un colpo per difendere i marchi Doc Veneto”. Così i consiglieri tosiani Stefano Casali, Andrea Bassi, Maurizio Conte, (Lista Tosi) e Giovanna Negro (Veneto del Fare) tornano all’attacco sul futuro della Recoaro, dopo aver depositato ad inizio luglio una mozione dal titolo: “Acqua brillante e Gingerino sono nella storia e nelle rocce di Recoaro, la Regione Veneto non permetta che vengano prodotti altrove”.

“Sta accadendo quanto avevamo drammaticamente previsto – spiegano i quattro tosiani – la Nestlè-Sanpellegrino ha deciso di vendere stabilimento agli Olandesi svincolando i marchi “Gingerino” e “Acqua brillante” dall’acqua del Comune di Recoaro. Ciò significa che le bibite famose in tutto il mondo per la loro acqua di qualità, che le contraddistingue, potrebbero essere prodotte ovunque, dentro e fuori Italia, e perché no, anche in Cina. I “brand” infatti restano invariati, ma non l’acqua con cui sono sempre stati prodotti e conosciuti”.

“Ad inizio luglio abbiamo depositato la mozione – aggiungono i consiglieri – aspettiamo una risposta e una forte presa di posizione da parte della Giunta per salvaguardare un territorio, i posti di lavoro dei dipendenti dello stabilimento, i marchi apprezzati a livello mondiale per le caratteristiche del prodotto, legate inscindibilmente al territorio, dove fino ad oggi sono nate”.

“Le acque pregiate Recoaro che sgorgano direttamente dalle piccole Dolomiti – ricordano Casali, Conte, Bassi, Negro – da una parte vengono commercializzate per l’uso alimentare e dall’altra utilizzate nelle terme: basti pensare che il Gruppo Sanpellegrino pubblicizza il Gingerino come “prodotto storico di Recoaro” e il rifugio Montefalcone è conosciuto come rifugio “Gingerino”. L’acqua brillante, per gli amanti di questa caratteristica bevanda, è Recoaro”.

“Vien da sé – proseguono i tosiani – che le caratteristiche tecniche di “Gingerino” e “Acqua brillante Recoaro” siano legate in modo indissolubile alle caratteristiche delle acque prodotte dalla particolare natura calcarea delle rocce del luogo”.

TG Verona,29 ago 16

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.