Gas velenosi nel Guangxi: 18 morti, oltre 10 mila sfollati, fiume avvelenato

L’incidente è avvenuto in impianto chimico di Yizhou, esalando ossido di carbonio e acido solfidrico. Le esplosioni dell’impianto sono proseguite per 6 ore. Proibito prendere acqua dal vicino fiume Longjiang, inquinato dai gas e dalle sostanze fuoriuscite.  Le autorità di Yizhou (Guangxi) sono in allerta per l’esplosione di un impianto chimico che producendo gas velenosi, rischia di contamina il vicino fiume Longjiang. L’esplosione è avvenuta ieri mattina e l’impianto ha continuato a bruciare per 6 ore. Finora sono almeno 18 i morti e 60 i feriti, trasportati in ospedale. Le autorità hanno confermato che fino a ieri sera gas velenosi fuoriuscivano ancora dall’impianto e che il fiume è inquinato. Leggi l’articolo su AsiaNews

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.