Filtri per sigarette, giocattoli: 37mila prodotti sequestrati. “Non erano sicuri”

Livorno, 21 aprile 2016 – Maxi sequestro, questa mattina, da parte della guardia di finanza di Livorno. Le fiamme gialle durante una serie di controlli hanno individuato, e ritirato dal mercato, 37mila prodotti destinati alla rivendita, tra oggettistica per la casa, suppellettili, accessori per la persona e per la telefonia, giocattoli, filtri per sigarette.

E’ successo in una serie di controlli eseguiti negli ultimi due mesi a tutela del consumatore, in tre distinte attività, nei confronti di esercizi commerciali gestiti da cinesi, che vendono prodotti di vario genere. I titolari delle imprese sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Livorno per violazioni al codice del consumo, per le quali sono previste sanzioni fino a 25mila  euro, oltre alla confisca e distruzione dei prodotti sequestrati.

Gli articoli sequestrati dai finanzieri, in parte destinati anche a minori, sono risultati privi di istruzioni d’uso e indicazioni sulle loro caratteristiche tecniche (in lingua italiana), così da non fornire alcuna informazione di tracciabilità con riferimento alla composizione, produzione e confezionamento, dati essenziali per una valutazione soggettiva della intrinseca pericolosità. Ciò è ancor più importante se si considera che alcuni di questi prodotti avevano una componente elettronica (tale, quindi, da suggerire una particolare cautela nell’uso) ed altri erano giocattoli per bambini con parti facilmente ingeribili.

La Nazione ediz. Livorno,21/04/2016

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.