Categoria: Falun Gong

CINA : prelievo forzato di organi, enormi profitti.

Crescenti prove parlano di una terribile storia di omicidi e mutilazioni in corso in Cina. Racconti di testimoni e medici cinesi rivelano che migliaia di praticanti del Falun Gong sono stati uccisi per i loro organi, che vengono poi venduti e trapiantati con enormi profitti da questo traffico.

CINA-Sichuan: Donne abusate e torturate nella prigione di Longquan

 Sono passati diciotto anni da quando il regime comunista cinese ha iniziato la persecuzione del Falun Gong, una disciplina spirituale che è stata insegnata in pubblico a partire dal 1992, e ad oggi non è ancora diminuita.

Attacchi cibernetici al giornale online The Epoch Times: parte di una più grande campagna di hackeraggio

Una nuove ricerca suggerisce che una serie di attacchi informatici su larga scala a The Epoch Times, da gennaio ad oggi, fanno parte di una più ampia campagna organizzata di pirateria informatica.

«Uccisioni su richiesta» in Cina

International Society for Human Rights , Epoch Times | 9/06/2017

La carenza di un sistema di donazioni d’organi regolare e legale costa probabilmente alla Cina decine di migliaia di vite umane all’anno: secondo quanto è noto, infatti, si deve assumere che nella Repubblica popolare, oltre ai condannati a morte, anche i prigionieri di coscienza vengono uccisi in grandi numeri, in modo da poter vendere i loro organi.

1 milione di euro dalla Cina per finanziare i manifestanti anti-Falun Gong

Li Zhen e Larry Ong , Epoch Times | 24/05/2017

Il 23 aprile, a Hong Kong si è tenuta una solenne parata alla quale hanno partecipato circa 1.200 persone. Tuttavia, mentre il corteo marciava in una strada del distretto centrale degli affari, centinaia di uomini in t-shirt verde appartenenti a un altro gruppo hanno invaso i marciapiedi; con le mani reggevano dei cartelli e compivano gesti minacciosi, scagliandosi contro i pacifici dimostranti.

CINA-Shandong: Madre di un bambino di due anni condannata al carcere per la sua fede, la famiglia chiede il rilascio incondizionato

Nel gennaio 2016 la felice visita di un bambino alla città natale della madre si è presto trasformata in un incubo. Xuanxuan, un bimbo di due anni della città di Qingdao, si trovava nella casa dei nonni nella contea di Changle, quando in quel giorno ha assistito alla fuga della nonna e all’arresto della madre.

CINA-Liaoning: donna muore dopo otto anni di carcere e torture per aver rifiutato di rinunciare alla sua fede

Dopo che nel 1999 è iniziata la persecuzione del Falun Gong da parte del regime comunista, una donna della città di Dalian è stata arrestata illegalmente (*) tre volte. Dopo essersi rifiutata di rinunciare alla sua fede, la signora Sun Jingmei è stata tenuta in detenzione in un campo di lavoro forzato per un anno e tenuta in prigione per sette. Le indicibili torture subite durante l’incarcerazione hanno aggravato le sue condizioni fisiche e il 16 aprile scorso è morta all’età di 61 anni.