Categoria: Economia

La Cina intanto diventa grande potenza navale

Mentre Usa ed Ue si accaniscono a contrastare “la minaccia russa”, e la sua “aggressività”, cose interessanti avvengono in Cina. Nei cantieri navali dei cantieri Hudong Zhonghua di Shanghai, sta costruendo grande mezzo navale da sbarco (nel gergo americano LPD Landing Platform Dock), come rivelato da foto satellitari del febbraio scorso. Scafo prefabbricato, il mezzo – Tipo 075 – sarà il più grande mezzo anfibio della Marina Popolare: con lo stesso dislocamento, sopra le 40 mila tonnellate, della porta-elicotteri da sbarco americana LHD (Landing Helicopter Dock) d’assalto polivalente – per confronto, il Mistral francese disloca la metà.

Lancôme, Fiat, Dior: alcuni casi di “scorrettezza politica” in Cina

La Cina non è facile da conquistare e anche per i grandi marchi un passo falso può provocare l’ira di milioni di utenti della Rete.

Falsi i bilanci delle aziende statali cinesi. E le statistiche ufficiali sulla crescita poco credibili

I bilanci sono manipolati in combutta con i governi locali. Gli amministratori fanno carriera in rapporto alla crescita delle singole aree industriali. Il governo cinese vuol porre rimedio, ma le sanzioni sono troppo lievi. Intanto le agenzie internazionali mettono in dubbio la credibilità delle statistiche ufficiali e abbassano il rating.

Dimenticate le trottole da dito, è la balestra per stuzzicadenti che preoccupa i genitori

Il nuovo giocattolo che conquista la Cina può sparare aghi, chiodi e stuzzicadenti, creando forti preoccupazioni per la sicurezza.

L’espansione cinese nell’Unione europea. I numeri e le acquisizioni

Negli ultimi due anni le aziende cinesi hanno investito circa 100 miliardi di dollari nelle M&A offshore, acquistando società o partecipazioni azionarie, in ogni settore. La Cbrc vuole sapere dalle banche cinesi a quanto ammonta la loro esposizione nelle acquisizioni dei grandi gruppi messi sotto la lente.

Le rotte dei falsi: dalla «fabbrica» Cina agli hub alle porte della Ue

Da dove partono la falsa borsa griffata, lo smartphone “fake”, la scarpa che online costa 30 euro e in boutique 300. E come arrivano sulle spiagge, sulle bancarelle, e sempre più attraverso un pacchetto lasciato sullo zerbino e consegnato da un fattorino?

L’Europa alza la guardia contro la concorrenza cinese

Si è confermata ieri la nuova tendenza europea a rafforzare le difese commerciali contro la concorrenza sleale dei Paesi terzi, e in particolare della Cina. A due giorni da un vertice europeo nel quale i Ventotto vorranno cavalcare l’idea di “un commercio libero, ma equo”, il Parlamento europeo ha approvato la propria posizione sulla proposta della Commissione di riformare le misure di difesa commerciale. I deputati hanno voluto affilare ulteriormente le armi.