Categoria: Economia

Riciclaggio, Bank of China patteggia una sanzione pecuniaria da 600mila euro a Firenze. Confiscato 1 milione

L’inchiesta riguardava il trasferimento dall’Italia alla Cina di 4 miliardi di euro attraverso i money transfer. L’istituto era accusato di aver fatto da collettore, trasferendo il denaro nella Repubblica popolare dove veniva usato per acquistare merci a basso costo da rivendere in Italia. Ora spiega di aver preferito “evitare lunghi tempi processuali e consentire alla filiale milanese di concentrarsi sullo sviluppo del business”.

Moda «tarocca»: costa 9,9 miliardi di euro di minori vendite. Cina leader contraffazione.

In Italia in 65,8% dei falsi sequestrati appartiene al fashion. Dalla Cina abiti, scarpe, borse, orologi e gioielli. Il rischio aumenta con gli acquisti online. Colpito anche l’agroalimentare.

Castelnuovo Monti : sequestrato un quintale di alimenti in un ristorante cinese

Castelnuovo Monti: cibo non tracciato stipato nei congelatori del locale e scoperto dai carabinieri del Nas. Multe anche in tre bar e in un bazar orientale.

Contraffazione: sequestrate maschere di carnevale cinesi pericolose

Oltre 500 articoli, compresi abiti e maschere di Carnevale di produzione cinese, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Piacenza.

Enna, piastrelle tossiche dalla Cina: migliaia di pezzi sequestrati.[video]

Le mattonelle contengono sostanze come arsenico, nichel, piombo e cromo: cambiano colore e si degradano rivelandosi tossiche per la salute.

Per la Cina, l’Europa è la nuova Africa

La Cina da “fabbrica del mondo” è divenuta “mercato del mondo”, grazie a un modello di sviluppo incentrato sulla produzione ad alto valore aggiunto e sui consumi interni incentivati dall’aumento dei salari. Il potere economico sta passando da Occidente a Oriente: potrebbe essere una opportunità.

Trasferivano somme illecite in Cina, sequestro da oltre 6 milioni di euro

Catania – In esecuzione di un decreto emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Catania su richiesta della Procura etnea, i finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno sottoposto a sequestro preventivo disponibilità finanziarie per oltre 5,7 milioni di euro e le apparecchiature informatiche di un “Money Transfer” appartenenti a 2 soggetti di nazionalità cinese residenti a Catania.