È Hong Kong il nuovo tribunale di Pechino? Per lo scandalo melamina sì

Hong Kong ha le potenzialità per diventare la terra promessa per le famiglie dei bambini rimaste vittime dello scandalo melamina. All’inizio del mese, dopo la bancarotta di Sanlu, l’azienda cinese coinvolta nel caso melamina, quattro genitori hanno presentato un’istanza di compensazione al tribunale di Hong Kong.

Dal momento che il collasso di Sanlu impedisce alle famiglie delle vittime di ottenere una compensazione dai tribunali della Repubblica popolare, alcuni genitori cinesi hanno pensato di fare causa a Fonterra Brands, azienda di Hong Kong proprietaria del 43% delle azioni di Sanlu. Se l’istanza delle famiglie cinesi venisse accettata, queste ultime otterrebbero il diritto a ricevere una compensazione di 84.557 dollari di Hong Kong, pari a circa 8.600 Euro. Una cifra contenuta se saranno poche le famiglie a presentare istanza di compensazione. Ma che potrebbe evidentemente diventare una fortuna se le 300.000 coppie che hanno avuto problemi con la Sanlu seguissero l’esempio di questi quattro genitori.

Considerando che le famiglie cinesi vittime dello scandalo non sono affatto soddisfatte del piano di compensazione approvato da Pechino, che ha messo a disposizione solo poche decine di migliaia di Euro, è facile immaginare che l’iniziativa dei genitori che si sono recati a Hong Kong a cercare giustizia potrebbe essere emulata da tanti. Anche perché ci penserà Zhao Lianhai, genitore attivista, a diffondere la notizia tramite il suo sito ‘casa dei bambini con calcoli renali’.

Infine, se i tribunali di Hong Kong riconosceranno ai genitori della Repubblica popolare il diritto a ricevere una compensazione, si aprirebbe una nuova fase dell’era ‘un Paese due sistemi’: l’ex colonia, oggi Regione Amministrativa Speciale, si trasformerebbe in un’isola felice in cui anche i cinesi del continente possono ottenere giustizia.

Fonte: Panorama, 22 maggio 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.