Decine di migliaia di persone hanno guardato la diretta di NTD su Facebook sui reati di rimozione forzata di organi in Cina

Migliaia di persone si sono sintonizzate sabato 4 marzo per guardare la proiezione in diretta su NTD di “Hard to Believe”, un documentario premiato che espone la sordida pratica del Partito Comunista Cinese (PCC) di uccidere prigionieri di coscienza per i loro organi.

Dal modo in cui il PCC abbia potuto dare ad un medico in Cina il permesso di uccidere una persona per i suoi organi a quello che la comunità internazionale ha fatto, o non ha fatto, a tal riguardo nei confronti di questa consuetudine atroce. Il film mostra come il PCC abbia potuto commettere tutto ciò per oltre un decennio.

Diretto dal due volte vincitore del premio Emmy, Ken Stone, “Hard to Believe” è una coproduzione di Stone Soup Productions di Ken Stone e Swoop Films, una società di produzione cinematografica con sede a New York il cui scopo è quello di “raccontare storie di speranza che possono avere un effetto positivo sulla nostra cultura”.

È stato trasmesso su stazioni PBS in tutto il paese, ma questa è stata la prima volta che è stato trasmesso in diretta su Facebook.

Oltre 127.000 persone si sono sintonizzate per la proiezione dal vivo del film che ha una durata di 56 minuti.

Oltre al video, la NTD ha creato uno spazio per domande e risposte con il produttore del film e le persone che ne facevano parte. Ciò ha permesso di ottnere uno share ancora più grande, con oltre 180.000 visualizzazioni a partire dal 6 marzo.

Il film intende sensibilizzare l’opinione pubblica a questa pratica atroce del PCC e sembra abbia ottenuto questo effetto. Si sono sintonizzati dal Regno Unito, dagli Stati Uniti, dal Canada, dall’Arabia Saudita e dall’Europa.

“Sono sotto shock”, ha scritto un commentatore. “So che il regime cinese è pessimo, ma non avevo idea che fosse arrivato così lontano”.

“Grazie mille per tutto il lavoro che state svolgendo”, ha scritto un altro utente.

“Un cittadino americano ha commentato dicendo che gli USA dovrebbero rendere illegale, per i suoi cittadini, avere dei trapianti in paesi stranieri, particolarmente in Cina“. Dobbiamo applicare severe sanzioni contro la Cina. L’ONU deve condannare tutto questo e accusarli di crimini contro l’umanità”.

Dal suo debutto nel 2015, il film ha collezionato 14 premi dai festival cinematografici di tutto il mondo.

Ma ancora più importante, è stato notato notato dalla comunità medica.

È stato definito “estremamente importante” dal Journal of Bioethical Inquiry e “importante, tempestivo e profondamente inquietante”, dal bioeticista Arthur Caplan, direttore fondatore della divisione di etica medica presso la New York University.

E’ stato mostrato in tutto il mondo a conferenze per professionisti medici, nelle università e nelle scuole, nelle chiese e ora è stato presentato a migliaia di persone su Facebook.

Questa è la prima volta che NTD fa il suo ingresso nella trasmissione live via Internet per la visione di un film, ma non sarà l’ultima.

Il film non è più disponibile sulla pagina Facebook di NTD, ma può essere visualizzato su iTunesAmazonKanopy o ordinando il DVD su HardToBelieveMovie.com.

Traduzione Laogai Research Foundation Italia Onlus


Fonte: Epoch Times USA, 06/03/2018

English article: Epoch Times USA, Tens of Thousands Watch NTD’s FB Live Video Exposing Crimes of Forced Organ Removal in China

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.