Il Dalai Lama torna in Francia dopo 5 anni: non viene ricevuto dalle autorità francesi

Attesa e scalpore per il Dalai Lama giunto oggi in Francia dopo cinque anni al fine di tenere svariate conferenze senza essere però ricevuto ufficialmente dalle autorità francesi, troppo preoccupate di non irritare Pechino.

Il capo spirituale del buddismo tibetano, 81 anni, si concetrerà nel corso delle conferenze, su innumerevoli temi a lui molto vicini, quali “l’armonia fra le religioni”, “il dialogo con la scienza” e “il benessere del popolo tibetano”, prima però si esprimerà domani a Parigi sul rapporto fra diritto e ambiente per poi incontrare i tibetani in esilio in Francia che, secondo indiscrezioni, pare siano più di 3.000.

In seguito il Dalai Lama interverrà al Consiglio d’Europa a Strasburgo ed eccetto un incontro organizzato al Senato con dei parlamentari del gruppo di informazione sul Tibet e un evento in suo onore al comune di Strasburgo,il capo spirituale dei Tibetani non incontrerà nessun’altra personalità francese. “Non ho niente da dire ai leader politici, preferisco parlare della felicità, delle famiglie felici e di un mondo felice”, ha detto in una recente intervista a Le Monde, pur essendo comunque propenso nad incontrare chiunque voglia conoscerlo, come l’ex ministro Emmanuel Macron visto questo pomeriggio a seguito di pressioni a quest’ultimo imposte, pare, delle autorità cinesi.

Meteo web,12/09/2016

English article,International Campaign for Tibet:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.