Dalai Lama, riconosciuta la voglia di riforme in Cina

Il Dalai Lama ha chiesto alla Cina di liberare Liu Xiaobo, dopo l’assegnazione del Nobel per la pace al dissidente cinese. In un comunicato sun Twitter, il leader spirituale tibetano in esilio in India, ha commentato che il premio e’ “il riconoscimento della comunita’ internazionale delle sempre piu’ crescenti voci tra il popolo cinese che chiedono con forza riforme costituzionali, politiche e di giustizia”. “Sono stato incoraggiato da centinaia di intellettuali cinesi e cittadini preoccupati, compreso Liu Xiaobo, – ha continuato il Dalai Lama nel suo messaggio – a firmare la ‘Carta 08′, che chiede democrazia e liberta’ in Cina. Auspico che negli anni a venire, le future generazioni cinesi potranno godere dei frutti degli sforzi che i cinesi del presente stanno compiando per ottenere un governo responsabile”. “Credo che le recenti dichiarazioni del premier cinese Wen Jiabao – ha aggiunto il premio Nobel per la Pace del 1989 – in merito al fatto che la liberta’ di parola sia indispensabile per qualsiasi nazionae o popolo che desidra democrazia e liberta’, siano il riflesso di una crescente volonta’ per una maggiore apertura della Cina. Le riforme possono solo portare ad un armoniosa, stabile e prosperosa Cina, in grado di contribuire grandemente ad un modo piu’ pacifico”. “Colgo quest’occasione per rinnovare il mio appello al governo cinese perche’ liberi Liu Xiaobo – ha concluso il Dalai Lama – e tutti gli altri prigionieri di coscienza che sono in carcere solo per aver esercitato la loro liberta’ di espressione”. Il Dalai Lama, premiato con il Nobel per la pace nel 1989, ha anche esortato il governo di Pechino a liberare “gli altri imprigionati per aver esercitato la loro liberta’ di espressione”.

Fonte: Rai News 24, 8 ottobre 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.