Cuneo: sgominato giro di prostituzione cinese, 7 arresti

Venivano fatte arrivare clandestinamente dalla Cina, avevano a disposizione un solo pugno di riso al giorno e anche per settimane non uscivano dalle case, alcune in condizioni fatiscenti, dove erano costrette a prostituirsi per 40-50 euro a cliente. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri di Cuneo al termine di un’indagine durata circa sei mesi che ha portato alla denuncia di 15 persone di cui sette arrestate per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e per violazione delle norme sugli stranieri. Nel corso dell’operazione sono state chiuse anche una decina di casa di appuntamenti. Durante le indagini i carabinieri hanno accertato che l’organizzazione, gestita da cinesi, con base a Milano, faceva arrivare le ragazze dalla Cina e poi le dislocava in diversi appartamenti tra Torino e Cuneo dove le giovani donne venivano fatte ‘ruotare’ periodicamente. Le ragazze venivano descritte su siti web e su riviste periodiche come massaggiatrici e venivano controllate telefonicamente da un appartamento situato alla periferia di Milano, ritenuto la vera e propria base logistica della banda.

Fonte: Adnkronos, 18 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.