Contrabbando di nordcoreani al confine con la Cina

Sono impiegati come pastori di greggi e mandrie o come agricoltori nella semina e raccolta della soya. Pur pagando multe per la loro assenza, riescono a guadagnare di più che lavorando il Corea del Nord.

Pechino (AsiaNews/Rfa) – Migliaia di nordcoreani vengono trasportati ogni anno dalla Nordcorea in Cina per farli lavorare come agricoltori. Più che di “vendita di esseri umani”, vi è un “affitto” di manodopera: i coreani del nord vengono trasferiti in Cina all’inizio della primavera e ritornano in patria alla fine dell’autunno. Essi vengono impiegati come custodi di greggi e mandrie oppure nella semina e nella raccolta di fagioli di soya.

Il lavoro di guardiano fa guadagnare loro fino a 3 dollari Usa al giorno; il lavoro agricolo circa 300 dollari per l’intera stagione. Il governo di Pyongyang, per le assenze al lavoro impone multe di circa mezzo dollaro al giorno, permettendo a questi nuovi tipi di “frontalieri” di guadagnare comunque di più che lavorando nel proprio Paese.

Il sistema è ormai approntato da anni: secondo Radio Free Asia, i cinesi telefonano in Nord Corea facendo la richiesta; un gruppo di contrabbandieri sceglie le persone e si incarica di traghettarle attraverso l fiumi Tumen o Yalu e poi di riportarle indietro alla fine della stagione di lavoro. I contrabbandieri guadagnano dai cinesi circa 33 dollari Usa per persona; i traghettatori ricevono 2 dollari per ogni viaggio.

Accanto a questo commercio, vi è anche un contrabbando di donne nordcoreane, vendute a cinesi come spose o utilizzate nell’industria del sesso.

Di per sé, Pyongyang ha regole e punizioni severe per chi cerca di emigrare. Ma al commercio con la Cina partecipano spesso anche le guardie di frontiera.

Asia News,29/07/2016

English article, Asia News:

English article,Radio Free Asia:Human Smuggling Ticks Up Along the China-North Korea Border

Articoli correlati:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.