Cina: licenziato capo del partito comunista nello Xinjiang

Il Governo cinese ha licenziato il capo del Partito Comunista della regione dello Xinjiang Wang Lequan, al vertice dal 1994. La notizia è stata data dall’agenzia Nuova Cina. Al suo posto si è insediato Zhang Chunxian. Proprio in questa regione nel luglio scorso sono morte quasi 200 persone in scontri interetnici.

Fonte: The Instablog, 24 aprile 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.