Cina-Jilin: donna muore dopo un lungo periodo di persecuzione della polizia cinese. Saccheggiata la sua casa

Una praticante del Falun Gong, la signora Liu Yuxian della città di Jilin– provincia di Jilin – è deceduta nel settembre 2014, dopo un lungo periodo di persecuzione. Aveva 56 anni.


Recente arresto e detenzione

Nel pomeriggio del 18 aprile 2014 la signora Liu e altri due praticanti sono stati arrestati illegalmente dagli ufficiali della stazione di polizia di Hadawan, dopo essere stati segnalati per aver parlato con la gente del Falun Gong e della persecuzione. La polizia ha saccheggiato le loro case e confiscato i libri del Falun Gong, un e-reader e materiali informativi sulla persecuzione.

La Signora Liu è stata portata al centro di detenzione della città di Jilin e trattenuta per due settimane. In seguito, il 3 maggio, è stata trasferita in una casa disabitata, dove il segretario Su Wei del comitato residenziale l’ha costretta a firmare una dichiarazione di garanzia per rinunciare al Falun Gong contro la sua volontà. Ha minacciato di trattenere i suoi stipendi e portarle via la casa se non l’avesse fatto.

Muore poco dopo il rilascio

Due giorni dopo il suo rilascio, quattro ufficiali del comitato residenziale, incluso il segretario Su, sono andati a casa della Signora Liu. L’hanno informata che i cellulari di suo marito e suo figlio erano sotto controllo, che ufficiali in borghese erano posizionati fuori il suo edificio e che era sotto stretto monitoraggio. Essi hanno minacciato di condannare la Signora Liu ad almeno cinque anni di prigione se avesse iniziato a praticare il Falun Gong nuovamente o veniva coinvolta in attività relative il Falun Gong. Il segretario Su, in seguito, ha frequentemente molestato la Signora Liu.

Lei viveva costantemente nella paura ed aveva timore nel contattare altri praticanti. Era diventata ansiosa e depressa soffriva di mal di gola, nausea, vomito, stanchezza e non poteva camminare. Ogni pomeriggio aveva brividi e tremori involontari. La salute della Signora Liu è deteriorata rapidamente ed è deceduta il 20 settembre 2014.

Ripetutamente perseguitata per la sua fede

La Signora Liu ha vissuto nel quartiere degli stabilimenti di carbone di Xihe del distretto di Changyi, città di Jilin. Ha iniziato a praticare il Falun Gong nel 1998. Dopo l’inizio della persecuzione, il 20 luglio 1999, la signora Liu è andata a Pechino quattro volte per fare appello per il diritto di praticare il Falun Gong. Come risultato è stata ripetutamente arrestata e detenuta.
Dopo essere andata a fare appello a Pechino nel 2001, la signora Liu è stata condannata a due anni di lavori forzati nel campo di lavoro forzato di Xinan.

Parti coinvolte nella persecuzione della Signora Liu:

Zhang Hongyu (张宏宇), direttore della stazione di polizia di Hadawan
Li Yongchun (李永春), ufficiale di polizia della stazione di polizia di Hadawan: +86-13944277377 (Cell)
Liu Zhongshi (刘忠石), ufficiale di polizia della stazione di polizia di Hadawan: +86-18043201371 (Cell)
Fu Bin (付斌), ufficiale di polizia della stazione di polizia di Hadawan: +86-18043201100 (Cell), +86-1804320142 (Cell)
Su Wei (苏微), segretario del comitato residenziale di “Hadawan Carbon Plant Xihe Community”: +86-13704313477 (Cell)

Clear Harmony,27/11/2014

English version,Minghui.org,click here:Ms. Liu Yuxian Died Just Months after Release from a Detention Center

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.