Cina: Incinte 757 madri che hanno perso figlio unico nel sisma

Pechino, Cina – Non è passato nemmeno un anno dal devastante terremoto che ha scosso la provincia cinese del Sichuan, ma molte madri che hanno perso il loro unico figlio nella tragedia hanno deciso di asciugarsi le lacrime e guardare avanti: 757 di loro stanno aspettando un bambino, fa sapere l’agenzia Xinhua citando dati diffusi dalla commissione per la pianificazione familiare. A queste donne, scrive Xinhua, è stato concesso un esonero speciale alla politica del figlio unico.

Il sisma di magnitudo 7,9, che ha colpito il paese il 12 maggio, ha ucciso circa 70mila persone e altre 18mila risultano ancora disperse. Molte delle vittime erano bambini uccisi dal crollo delle scuole, i primi edifici a cedere di fronte alle scosse. La politica del figlio unico è in vigore in Cina da trent’anni. Solo le coppie che vivono in aree rurali e hanno avuto una figlia, possono avere un secondo figlio.

APcom 17 gennaio 2009

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.