Cina, il fiume Yangtze è ormai una discarica

Lo Yangtze sta diventando la discarica della Cina. Ogni anno 33 miliardi di tonnellate di rifiuti vengono gettati nel bacino del corso d’acqua. A denunciare lo scempio è Xu Devi, portavoce della Commissione delle Risorse Idriche del Fiume Azzurro. Lo Yangtze sta diventando la discarica della Cina. Ogni anno 33 miliardi di tonnellate di rifiuti vengono gettati nel bacino del corso d’acqua. A denunciare lo scempio è Xu Devi, portavoce della Commissione delle Risorse Idriche del Fiume Azzurro. Il disastro ambientale ha seguìto un andamento crescente. Negli anni Settanta erano 9,5 i miliardi di tonnellate i rifiuti gettati nello Yangtze. Negli anni Ottanta sono saliti a 14 e nei Novanta a 20. I maggiori colpevoli sono le industrie che si sbarazzano dei resti delle lavorazioni in maniera illegale, tanto che nel 2008, a seguito della chiusura per legge di alcuni impianti altamente inquinanti, la percentuale di rifiuti è scesa di un punto. Si riscontra invece l’avanzata degli scarti domestici, aumentati del 23 percento nel 2008. Al grave inquinamento idrico si aggiungono le inondazioni che quest’anno hanno flagellato la zona. Mille le contee colpite dalle piogge e dagli straripamenti, 449 i morti e 335 i dispersi.

Fonte: Peace Reporter, 21 settembre 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.