Cina: due arresti per la strage degli innocenti

Due dipendenti dell’obitorio dell’ospedale universitario di Jining, in Cina, sono stati arrestati in seguito al ritrovamento di 21 cadaveri di neonati in sacchi di plastica, avvenuto nei giorni scorsi nel fiume Guangfu. Le targhette identificative su alcuni corpi indicavano l’ospedale annesso alla falcolta’ di medicina di Jining, nella regione di Shandong. I due dipendenti dell’obitorio, sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di aver lucrato sul compenso, contrattato a voce con le famiglie dei bambini morti, per provvedere alla loro sepoltura. Due dirigenti dell’ospedale universitario sono stati licenziati e il vice presidente e’ stato sospeso in seguito allo scandalo.

Fonte: ADN, 31 marzo 2010

Condividi:

print print
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.